10 buoni propositi libreschi per il 2016

C’è poco da fare: il nuovo anno arriva sempre con il consueto corredo di risoluzioni e buoni propositi – che molto spesso, entro febbraio, abbiamo già dimenticato e messo da parte. Vi rivedete nella descrizione? Per provare a invertire la tendenza nel 2016 abbiamo pensato di proporvi dei buoni propositi a tema libresco.

Se è vero che dedicare più tempo alla cura di noi stessi, iscrivendosi in palestra magari, e lasciarsi andare di meno allo shopping compulsivo possono essere ottimi obiettivi, questi richiedono impegno e volontà. Di contro, tutto quello che ha a che fare con la lettura, per chi la ama, è solo divertente e quindi relativamente semplice da attuare.

Riprendendo un pezzo di Bustle, ecco allora 10 buoni propositi a tema per entrare nel nuovo anno con il piede giusto – e scoprire magari qualcosa di più su voi stessi e la vostra grande passione.

Regali, rosso

1. Recuperare l’elenco dei libri da leggere dei tempi della scuola

C’è un libro – o più di uno – che avreste dovuto leggere per il prof d’italiano e che invece avete messo da parte, preferendogli un comodo riassunto? È arrivato il momento di rimediare. Classici che si trovano nella vostra libreria da anni, romanzi che non avete mai letto davvero anche se avete sempre affermato di averlo fatto. Adesso che siete più maturi e adulti potreste davvero apprezzarli.

2. Leggere tutti i libri di un autore

Chiunque sia il vostro autore preferito, scegliete come obiettivo per il 2016 quello di leggere tutte le sue opere edite fino a oggi. Non solo romanzi, ma anche racconti, saggi, lettere, antologie a lui/lei dedicati. Molto probabilmente vi innamorerete ancora più del suo stile e del personaggio (che non è un male).

3. Provare a leggere un libro differente

Tutti i lettori hanno un genere preferito – che sia il romanzo storico, i gialli, le strie d’amore – ma perché non provare a uscire da questa comfort zone nel 2016 e leggere qualcosa di diverso? Vi assicuriamo che ne varrà la pena. Potreste scoprire un nuovo autore davvero meritevole oppure appassionarvi a una serie sconosciuta. In ogni caso ampliare gli orizzonti non potrà farvi male.

4. Andare più spesso in biblioteca

Anche se una delle sensazioni più belle per un lettore è aggiungere un nuovo titolo alla propria personale collezione, diventare assidui della biblioteca locale è fantastico. Qui non ci sono solo libri, ma anche la possibilità di fare incontri interessanti e partecipare a eventi a tema.

5. Partecipare a un club del libro o a un gruppo di lettura

Non solo letture solitarie, ma condivisione e buona compagnia nel 2016. Che sia reale o virtuale, casalingo o pubblico, prendete in considerazione di unirvi a un club del libro per rendere la vostra passione un momento conviviale.

Seattle

6. Leggere i migliori libri del 2015

Ci sono libri di cui sentite parlare da mesi, libri che avete visto leggere da mezzo mondo (sul treno, in fila alle Poste, a scuola), libri che però voi non avete ancora aperto. Nella categoria “migliori libri del 2015” può rientrare un po’ di tutto: tormentoni, casi letterari o magari vincitori di premi e riconoscimenti nazionali e internazionali. Se non lo avete fatto nei 12 mesi passati, prendete in considerazione l’idea di leggerli. Non necessariamente per uniformarvi alla massa, ma per potervi fare un’idea tutta vostra dei temi e degli autori.

7. Andare a una fiera del libro o a un festival

Be’ questo tecnicamente non ha molto a che fare con la lettura in senso stretto, ma il 2016 può essere l’anno giusto per partecipare a una fiera del libro, incontrare il vostro autore preferito, scoprire case editrici indipendenti e realtà fino a oggi a voi poco note. Leggere non è che una componente della bellezza di essere un book-lover, anche partecipare attivamente al magico mondo dei libri ricopre un ruolo importante – e per quanto l’Italia non sia sempre all’avanguardia, in questo campo possiamo assicurarvi che le opportunità non mancano.

8. Libri da leggere: porsi un obiettivo

Che sia un certo numero di pagine da leggere ogni giorno o un certo numero di libri da leggere in un mese, ponetevi un obiettivo definito per il 2016. In questo modo sarà facile tenere traccia dei progressi che state facendo. Se non sapete cosa scegliere, prendete in considerazioni le molte challenge di lettura che si trovano in giro per il web.

9. Leggere un libro prima di vedere l’adattamento cinematografico o televisivo

Ogni anno il numero di romanzi che prendono la strada del grande o del piccolo schermo cresce in maniera esponenziale. Non fatevi attirare dalle sirene dell’ultima serie Netflix o da una pellicola che promette di riscuotere un successo internazionale senza aver prima letto il romanzo da cui è tratta. Per facilitarvi il compito e non rischiare di commettere qualche errore, potete fare una lista degli adattamenti in uscita nei prossimi 12 mesi e cercare di dedicarvi all’originale scritto prima di sedervi in sala, o sul divano. Non è una verità certa al 100% ma molto spesso il libro è diverso (o migliore) dell’adattamento, quindi potrebbe davvero valerne la pena.

10. Finire una serie

È successo a tutti: iniziare una serie con le migliori intenzioni, ma poi, per diversi motivi, metterla da parte e ritrovarsi con un arretrato di uno o più libri da leggere. Il 2016 può essere il momento giusto per rimettersi in pari e scoprire finalmente come va a finire la storia (non dovendo nemmeno aspettare mesi prima dell’uscita dell’ultimo capitolo, se avete rimandato abbastanza da avere tutto a vostra disposizione). Comodo no?





Previous articleColazione con Breaking Bad: a Brooklyn arriva il caffè a tema
Next articleI 10 adattamenti di libri per il cinema più attesi del 2016
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here