10 classici “per ragazzi” da leggere e rileggere a tutte le età

Dai classici come "Peter Pan" e "Alice nel Paese delle meraviglie" ai romanzi moderni come "Momo"

C’era una volta …
– Un re! – diranno subito i miei piccoli lettori.
No, ragazzi, avete sbagliato. C’era una volta un pezzo di legno. Non era un legno di lusso, ma un semplice pezzo da catasta, di quelli che d’inverno si mettono nelle stufe e nei caminetti per accendere il fuoco e per riscaldare le stanze.

Inizia con queste parole uno dei libri più amati di tutti i tempi, “Le avventure di Pinocchio” del fiorentino Carlo Collodi, adattato anche per il grande e il piccolo schermo diverse volte.

Ma la definizione “per ragazzi” non è forse troppo riduttiva, per questo e altri libri, che hanno divertito e fatto emozionare i lettori di ieri e di oggi?

Ecco allora 10 libri per l’infanzia che vale la pena di rileggere a tutte le età. Perché anche da storie all’apparenza semplici e a lieto fine c’è sempre qualcosa da imparare.

 

PINOCCHIO, Carlo Collodi

Ironico e giocoso, ma anche forte di una lingua sorvegliatissima e di un ritmo perfetto, il libro del burattino rappresenta da oltre cento anni vizi e virtù del Bel paese. In una nazione da poco unita, dove si trattava di “fare gli italiani” tra la fame e la miseria, nasce questo inusuale romanzo di formazione e di redenzione. Ai consigli di un grillo logorroico e di una fata fin troppo affettuosa, fa da contraltare un fuoco dipinto sul muro, simbolo del potere della fantasia.

 

HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE, J. K. Rowling

Harry Potter è un predestinato: ha una cicatrice a forma di saetta sulla fronte e provoca strani fenomeni, come quello di farsi ricrescere in una notte i capelli tagliati dai perfidi zii. Ma solo in occasione del suo undicesimo compleanno gli si rivelano la sua natura e il suo destino, e il mondo misterioso cui di diritto appartiene. Un mondo dove regna la magia; un universo popolato da gufi portalettere, scope volanti, caramelle al gusto di cavolini di Bruxelles, ritratti che scappano.

 

MOMO, Michael Ende

Tra le rovine di un anfiteatro, ai margini di una grande città, trova rifugio una strana bambina, che, fuggita dall’orfanotrofio, non conosce nemmeno la propria età. Agli abitanti dei dintorni, che la guardano incuriositi, dice di chiamarsi Momo. Non passa molto tempo che la bambina si conquista la fiducia e la simpatia di tutti, chiunque abbia un problema va da Momo che non dà consigli e non esprime opinioni, si limita ad ascoltare con un’intensità tale che l’interlocutore trova da solo la risposta ai suoi quesiti. Un giorno gli agenti di una sedicente Cassa di Risparmio del Tempo si presentano nel microcosmo costituito da Momo e dai suoi amici. Tutti cadono nella trappola dei “Signori Grigi”, e Momo deve affrontare da sola la situazione…

 

CUORE, Edmondo De Amicis

Cuore, De Amicis

All’indomani dell’Unità d’Italia, la vita di tutti i giorni di una classe di alunni fra gli otto e i dieci anni in una scuola di Torino e degli adulti che li circondano. Obiettivo della narrazione insegnare ai nuovi cittadini del Regno le cosiddette “virtù civili”: l’amore per la patria, il rispetto per le autorità e per i genitori, lo spirito di sacrificio e l’eroismo, la carità e la pietà, l’obbedienza e la pazienza nelle tribolazioni.

 

ALICE NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE, Lewis Carroll

Alice nel Paese delle Meraviglie, Lewis Carrol

Per Alice l’avventura comincia in uno di quei pigri pomeriggi d’estate in cui sembra che non succeda mai nulla. Ma basta lasciarsi incuriosire da un Coniglio Bianco molto indaffarato e seguirlo fin dentro la sua tana per ritrovarsi catapultati in un mondo fantastico. Fortunatamente qui, dove sono di casa personaggi imprevedibili come il Cappellaio Matto, la terribile Regina di Cuori e il Gatto dal largo sorriso, succedono tantissime cose e sono tutte davvero speciali.

 

ANNA DAI CAPELLI ROSSI, Lucy Maud Montgomery

Anna Shirley ha undici anni quando arriva a casa di Marilla e Matthew, due anziani fratelli che vivono insieme nella fattoria di Green Gables. Anna è una bambina vivace, esuberante, che incanta subito Matthew e che finisce per conquistare anche la severa e inflessibile Marilla.

 

LE AVVENTURE DI PETER PAN, J. M. Barrie

Le avventure di Peter Pan, Barrie

Nel primo racconto, “Peter Pan nei giardini di Kensington”, Peter è un bambino fuggito dalla culla che vive nel grande parco, tra saggi pennuti, fate e creature di sogno. In “Peter e Wendy” ha invece già raggiunto la famosa Isola che non c’è, e affronta bizzarre avventure in quella terra fantastica, popolata da pirati, sirene, pellerossa e da un feroce coccodrillo divoratore di uomini e sveglie…

 

IL MERAVIGLIOSO MAGO DI OZ, L. Frank Baum

Il mago di Oz copertina

Travolta da un ciclone, la piccola Dorothy si ritrova all’improvviso in un meraviglioso paese popolato da Streghe buone e cattive. Se vuole tornare a casa, deve seguire un sentiero giallo che la condurrà al misterioso regno del grande e terribile Mago di Oz; durante il cammino affronta avventure e avversità, ma incontra anche nuovi amici, come lo Spaventapasseri, il Boscaiolo di Latta e il Leone Codardo.

 

IL GIORNALINO DI GIAN BURRASCA, Vamba

Il giornalino di Gian Burrasca, Vamba

Giannino Stoppani, soprannominato “Gian Burrasca” per l’attitudine a combinarne di tutti i colori, è il figlio minore e unico maschio di una famiglia di nobili. Ogni giorno annota sul suo diario quello che gli accade, senza mai mentire, perché è così che è abituato a fare, e non risparmia nessuno, soprattutto le sorelle e i loro fidanzati. Quando, a causa delle sue continue birbonate, viene spedito in collegio, inizia a scrivere tutto quello che osserva. Presto il diario diventa un mezzo di protesta e il simbolo della rivolta contro il mondo falso e soffocante dei grandi, al quale Giannino e i suoi compagni si oppongono con la fantasia e la freschezza proprie della loro età.

 

IL GIARDINO SEGRETO, Frances H. Burnett

Il giardino segreto, Frances Burnett

Mary Lennox ha dieci anni: è viziata, bruttina e dispotica. I genitori non si sono mai occupati di lei, così, dopo la loro morte e un’infanzia difficile trascorsa in India, Mary approda in Inghilterra per essere affidata alle cure dello zio Archibald, un vedovo scontroso che vive in un castello isolato. Qui, in compagnia del cugino Colin e di Dickon inizia a ritrovare il piacere del gioco e dell’amicizia, e a riscoprire gli effetti benefici della natura…

 

Previous article“L’arte viva di Julian Schnabel”: il ritratto di un grande personaggio
Next articleUn libro illustrato per Natale? I consigli di Po
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here