10 curiosità sulla serie “The Crown” che potreste non conoscere

Dai consigli del principe William a Matt Smith ai costumi e alle ambientazioni reali

L‘attesa è quasi giunta al termine: il 15 novembre arriverà su Netflix la quarta stagione di “The Crown”, la serie cult che racconta il regno della regina Elisabetta II e i suoi retroscena, pubblici e privati.

Nei nuovi dieci episodi, che coprono un periodo che va dal 1979 al 1990, vedremo per la prima volta due personaggi femminili di grande spessore: la principessa Diana (interpretata da Emma Corrin) e il primo ministro Margaret Thatcher (Gillian Anderson). 

Mentre preparate i popcorn per godervi la visione – e segnate sul calendario anche la data di domani, 9 novembre, quando uscirà su Parole a Colori la recensione in anteprima -, riprendendo un pezzo di MentalFloss, ecco 10 curiosità “regali” che potreste non conoscere sulla serie dei record. 

 

1. IL PROGETTO ORIGINARIO PREVEDEVA SOLO TRE STAGIONI

La serie, come sappiamo, si comporrà di sei stagioni, ma inizialmente l’ideatore Peter Morgan ne aveva immaginate soltanto la metà. “Il progetto che ho proposto originariamente a Netflix prevedeva soltanto tre stagioni. Ma poi, col passare del tempo, il numero ha continuato a crescere”, ha spiegato Morgan, mostrandosi molto soddisfatto della piega che ha preso “The Crown”.

Claire Foy nel primo episodio della prima stagione di “The Crown”. Credits: Alex Bailey/Netflix

2. UN CORSETTO HA AIUTATO CLAIRE FOY A ENTRARE NEL PERSONAGGIO

Gli attori usano una varietà di metodologie, per entrare nei loro personaggi. Nel caso di Claire Foy, per impersonare la giovane regina Elisabetta è stato molto utile un corsetto. “Quando abbiamo iniziato le riprese della prima stagione avevo appena avuto un bambino, ed ero cinque taglie più grossa del normale – ha spiegato l’attrice a Vanity Fair. – Il corsetto aiuta a tenere una certa postura, e questa signorilità poi ti rimane, anche se non lo porti più”.

3. IL PRINCIPE WILLIAM HA DETTO DUE PAROLE A MATT SMITH SUL PRINCIPE FILIPPO

Durante la partecipazione a “The Graham Norton Show”, Matt Smith ha raccontato di aver incontrato il principe William prima del debutto della serie e di avergli chiesto un consiglio su come interpretare al meglio il suo personaggio, il principe Filippo. Cosa gli ha detto William? “Una leggenda. Lui è una leggenda assoluta”.

Matt Smith nella prima stagione di “The Crown”.

4. È UNA DELLE SERIE TV PIÙ COSTOSE DI SEMPRE

Tutto in “The Crown” è sontuoso, e questo si riflette anche nei costi di produzione, tra i più alti di sempre per una serie televisiva. Secondo la BBC, ciascun episodio della prima e della seconda stagione è costato tra i 6,5 e i 13 milioni di dollari – portando il costo totale per tutti e venti a 130 milioni circa. Per la cronaca, l’ideatore Peter Morgan ha definito questi numeri “un’assurdità assoluta”.

5. HELENA BONHAM CARTER HA INCONTRATO DAVVERO LA PRINCIPESSA MARGERT

Nella terza stagione, Helena Bonham Carter ha sostituito Vanessa Kirby nel ruolo della Principessa Margaret, la sorella minore della Regina Elisabetta. L’attrice ha raccontato di aver incontrato la principessa dal vivo, una volta. “Mia zia la conosceva piuttosto bene – ha spiegato. – Era alquanto intimidatoria. Una volta l’ho incontrata al Castello di Windsor e mi ha detto: Stai migliorando, vero? Immagino si riferissi al mio modo di recitare”.

Helena Bonham Carter nella quarta stagione di “The Crown”. Credits: Ollie Upton

6. L’ABITO DA SPOSA DI DIANA NELLA SERIE È QUASI UNA COPIA PERFETTA DI QUELLO VERO

L’attesa è alle stelle per i nuovi episodi, in arrivo su Netflix il 15 novembre. Il pubblico è molto curioso soprattutto di vedere come gli sceneggiatori avranno reso il personaggio di Diana Spencer, il suo rapporto con il principe Carlo e con la regina, le difficoltà di adattamento alla vita di palazzo. I fan avranno una gradita sorpresa: l’abito da sposa indossato da Emma Corrin (spoiler, nel terzo episodio) è una copia quasi perfetta di quello vero. “I costumisti hanno avuto accesso al modello originale e hanno potuto realizzarne uno analogo per me – ha spiegato la Corrin in un’intervista. – Quando l’ho indossato e abbiamo girato la scena c’era un silenzio assoluto”.

7. QUASI IL 90% DEL GUARDAROBA DELLA REGINA NELLA SERIE NON È VINTAGE MA CREATO APPOSITAMENTE

“Pensare di usare soltanto pezzi vintage era fuori discussione, perché capi come quelli di cui avevamo bisogno, capi per dei reali, sono davvero difficili da trovare, senza contare il fatto che avrebbero anche dovuto andare bene per gli attori – ha spiegato una delle costumiste della serie, Michele Clapton. – Abbiamo deciso quasi sin da subito di creare la stragrande maggioranza degli abiti e degli accessori di Elisabetta, ci è sembrato il modo migliore di procedere. Non possiamo dire di esserci annoiati, in questi anni”.

Emma Corrin/la Principessa Diana. Credits: Des Willie

8. PETER MORGAN AVEVA RICHIESTE MOLTO PRECISE PER IL TEMA MUSICALE

Il tema della serie è stato composto da Hans Zimmer, Lorne Balfe e Rupert Gregson-Williams. L’ideatore della serie, Peter Morgan, aveva le idee molto chiare e ha dato istruzioni precise ai compositori su come dovesse suonare la musica della sigla. “Voleva che si sentisse la regalità ma senza che questo sfociasse in qualcosa di pomposo, una sorta di deriva dei continenti – ha raccontato Gregson-William. – Abbiamo avuto tantissime conversazioni a riguardo. In effetti, il tema ha richiesto molto tempo per essere quello che sentite oggi”.

9. NESSUNA SCENA È STATA GIRATA NEL VERO BUCKINGHAM PALACE

La serie non è stata girata a Buckingham Palace, e il fatto non sorprende. Per ricreare al meglio il Palazzo londinese, il team di ricerca lo ha visitato molte volte… insieme ad altre migliaia di turisti! E nessuno di loro sapeva il motivo per cui la troupe fosse lì. 

Claire Foy in una scena della seconda stagione di “The Crown”. Credits: Robert Viglasky / Netflix

10. ANCHE LA REGINA HA VISTO LA SERIE E L’HA APPREZZATA… IN PARTE!

Nel 2017 diversi giornali hanno riportato la notizia che la regina Elisabetta aveva guardato la prima stagione di “The Crown”, apprezzandola. “Le è davvero piaciuta – dichiarò a suo tempo alla stampa una fonte anonima – anche se ovviamente ha trovato alcuni passaggi troppo drammatizzati”. La regina è rimasta meno positivamente colpita dalla seconda stagione. A lasciarla perplessa e infastidita sarebbe stato soprattutto il modo in cui è stato ritratto il rapporto tra il figlio Carlo e il padre, il principe Filippo. Filippo che, invece, pare non abbia mai voluto vedere gli episodi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here