“A bocce ferme”: tornano in libreria i delitti del BarLume di Malvaldi

Un nuovo caso per gli arzilli vecchietti di Pineta. E l'8 e il 15 gennaio le nuove storie su Sky

Tornano in libreria i vecchietti terribili del BarLume, il barista Massimo e tutti gli altri personaggi del paesino toscano di Pineta, immortalati dalla penna di Marco Malvaldi. “A bocce ferme”, edito da Sellerio, è uscito il 5 luglio.

Questa volta il caso che gli arzilli pensionati cercheranno di aiutare a risolvere – oppure a ingarbugliare ancora di più? – li riporta indietro nel tempo, alla fine degli anni ‘70, quando tanto anziani non erano e il BarLume non era neppure aperto.

Alberto Corradi alle sue ultime volontà ha aggiunto la confessione di avere ucciso il padre Camillo, autoritario e dispotico, da cui aveva ereditato la fabbrica e tutti i suoi averi. Si tratta di un delitto avvenuto quarant’anni prima, rimasto senza colpevole. La notizia di reato racchiusa nel testamento obbliga il notaio a informare la polizia, e il magistrato a bloccare la successione.

Pilade e i suoi amici tutto avrebbero potuto aspettarsi ma non che il colpevole potesse essere Alberto, all’epoca poco più che ventenne. E allora vogliono vederci più chiaro, ansiosi di riaprire quel vecchio caso di cui a Pineta, loro più di tutti, conservano memoria.

A bocce ferme” è il settimo romanzo della serie, da cui è tratta anche una fortunata serie televisiva con Filippo Timi, in onda su Sky.

E proprio a proposito della serie, andranno in onda lunedì 8 e lunedì 15 gennaio le nuove storie, “Un due tre stella” e “La battaglia navale”. In queste due puntate faranno il loro ingresso nel cast due volti nuovi, Corrado Guzzanti e Stefano Fresi.

 

Previous article“Chiudi gli occhi – All I see is you”: thriller psicologico con Blake Lively
Next articleGiulia Ciarapica e il “mestiere” di book blogger: tutto quello che c’è da sapere
Ligure di origini, vive in provincia di Novara da tre anni a questa parte per amore e per lavoro. Mamma blogger, adora il cinema, la lettura, l’arte e la moda. Scrive per diverse testate e spera in futuro di portare avanti un progetto tutto suo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here