A Tutto Volume: dal 15 al 17 giugno la festa dei libri di Ragusa

Grandi ospiti, arte e attenzione per il territorio e le bellezze architettoniche e naturalistiche

di Carola Baudo

 

Per il nono anno consecutivo Ragusa si prepara a vivere la sua festa dei libri – e non solo. Torna dal 15 al 17 giugno A Tutto Volume, il festival che per tre giorni occuperà le strade e le piazze della città siciliana.

Il programma è ricco di eventi e ospitiDaria Bignardi inaugura la manifestazione parlando del suo ultimo libro, “Storia della mia ansia”; e dopo, sugli originali palchi a forma di tomi giganti, si alterneranno  Clara Sanchez, Aldo Cazzullo, Alessandro Milan, Gianluigi Nuzzi, Gherardo Colombo e Alessandro Robecchi.

Confermato il ruolo dei “guest director“, che curano e conducono alcuni degli incontri in programma. A Loredana Lipperini e Massimo Cirri, già presenti nel 2017, si aggiunge Tiziano Scarpa.

A Tutto Volume spazia dalla narrativa alla saggistica, proponendo un’ampia varietà di generi e argomenti esposti dalle voci più autorevoli nei dibattiti. È il tratto distintivo del festival che ha conquistato negli anni la fiducia di un pubblico attento e sempre in crescita.

Al fascino dei libri viene accostata sin dalla prima edizione la bellezza architettonica e naturalistica del territorio. Gli eventi si svolgono in diversi punti del centro storico di Ragusa Superiore – la città nuova ricostruita dopo il terremoto – intorno alla Cattedrale di San Giovanni Battista e di Ibla – il quartiere antico dall’anima barocca – tra Piazza Duomo, la chiesa di San Vincenzo Ferreri, Piazza Pola e i Giardini Iblei.

Nel programma del festival è inserita la sezione Extra Volume che da spazio, in modo spontaneo, al fermento culturale del territorio.

 

Previous articleCiak D’oro 2018: “Chiamami col tuo nome” miglior film dell’anno
Next article“A quiet passion”: un biopic che sa far pensare ma anche divertire
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here