Agosto in libreria: il meglio delle nuove uscite del mese

Esordi nel segno del giallo, il ritorno del vicequestore Rocco Schiavone, storie improbabili e romantiche

Agosto per tanti vuol dire mare – ma anche montagna, perché no?! -, città semi-deserte, voglia di divertirsi e non pensare all’autunno che, ahinoi, piano piano si avvicina.

Per tenervi compagnia nelle giornate afose, sotto l’ombrellone, in alta quota, nei parchi cittadini, non c’è niente di meglio di un buon libro. E se il boom delle novità si avrà a partire dal mese prossimo, anche questi 31 giorni hanno qualcosa da dire, soprattutto verso la fine, a chi non può stare senza fare shopping.

Vediamo insieme il meglio delle nuove uscite in libreria, nel nostro appuntamento mensile.

 

LA FIGLIA MASCHIO, Patrizia Rinaldi

24 agosto

Una vacanza in apparenza convenzionale cambia la vita di quattro persone. Al ritorno da un viaggio in Cina, Marino, un imprenditore criminale, tornerà con un bottino che per lui somiglia all’amore. Sua moglie Felicita non riuscirà più a restare nella noia e nelle menzogne, analizzerà con cinismo il suo matrimonio bianco e con la risorsa dell’autoironia sceglierà di dirsi quello che è diventata, quello che non vuole essere più. Sergio, un inetto e affascinante dipendente dell’imprenditore criminale, scoprirà di saper combattere per quello che riconosce come il suo ultimo amore di carne e mistero. Una ragazza cinese senza identità, che non è stata dichiarata al momento della nascita come circa venticinque milioni di neonate connazionali, sceglierà di non essere più vittima della politica del figlio unico e di molto altro: da martire diventerà predatrice e userà senza pudore il corpo, le culture, la determinazione e qualsiasi altra avventura per salvarsi la vita.

 

IL CINEMA DELLA FELICITÀ, Maurício Gomyde

24 agosto

In sala le luci si sono appena abbassate. È il giorno di «Cinema felicità», il cineforum più amato da tutti coloro che stanno attraversando un momento difficile: basta guardare le immagini sullo schermo per dimenticarsi dei problemi e ritrovare il buonumore. Lo sa bene il giovane Pedro che con il cinema ci è cresciuto. Negli anni ha imparato che i film sono in grado di guarire le ferite. Di mostrare il lato positivo anche nei momenti in cui la vita sembra in bianco e nero. Per questo, da quando gestisce un videonoleggio, ha deciso di trasformare la sua passione in una missione: aiutare le persone con i suoi consigli da esperto cinefilo e far tornare il sorriso a chi credeva di averlo perduto per sempre.

 

PULVIS ET UMBRA, Antonio Manzini

31 agosto

Tra Aosta e Roma il vicequestore Rocco Schiavone si muove circondato dal sospetto dei vertici della polizia, all’inseguimento di quell’Enzo Baiocchi che gli ha rovinato la vita, e tuttavia impegnato in una nuova scabrosa indagine scaturita da un cadavere trovato nella Dora.

 

IL SETTIMO GIORNO, Yu Hua

31 agosto

Yang Fei esce di casa una mattina e trova una nebbia fitta mista a una strana neve luminosa: è in ritardo per la sua cremazione. Inizia così il viaggio nell’Aldilà di un uomo vissuto, troppo brevemente, nella Cina del capitalismo socialista e delle sue aberranti contraddizioni. In un’avventura di sette giorni, il protagonista incontrerà persone care smarrite da tempo, imparando nuove cose di loro e di se stesso. Conoscenti e sconosciuti gli racconteranno, poi, la propria storia nell’inferno vero, l’Aldiquà: demolizioni forzate, corruzione, tangenti, feti buttati nel fiume come rifiuti, miriadi di poveracci che pullulano in bunker sotterranei come formiche, traffico di organi, consumismo sfrenato… La morte livella le diseguaglianze, svelando l’essenziale, e i cittadini di questa necropoli soave uscita dalla penna di Yu Hua ci insegnano tutta la semplicità dell’amore.

 

LINCOLN NEL BARDO, George Saunders

31 agosto

Febbraio 1862, la Guerra civile è iniziata da un anno, e il presidente degli Stati Uniti, Abraham Lincoln, è alle prese con ciò che sta assumendo tutti i contorni di una catastrofe. Nel frattempo Willie, il figlio prediletto di undici anni, si ammala gravemente e muore. Verrà sepolto a Washington, nel cimitero di Georgetown. A partire da questa scheggia di verità storica – i giornali dell’epoca raccontano che Lincoln si recò nella cripta e aprì la bara per abbracciare il figlio morto – Saunders mette in scena un inedito Aldilà romanzesco popolato di anime in stallo.

 

 

NESSUNA NOTIZIA DALLO SCRITTORE SCOMPARSO,
Daniele Bresciani

31 agosto

Quando in redazione arriva la notizia della scomparsa di Pietro Severi, celebre autore del bestseller “I sette cerchi”, Emma finge indifferenza e spera di non dover essere lei a scrivere un articolo sul caso. La sua storia d’amore con lo scrittore, finita molto tempo prima, deve rimanere un segreto com’è sempre stata, nonostante la preoccupazione per Pietro che tutti ormai considerano morto. Ma non restare coinvolta in quel mistero sarà molto, molto difficile: prima qualcuno le mette a soqquadro l’appartamento, poi riceve per posta uno scritto di Pietro, un racconto che sembra indicare nel padre l’ispirazione reale per il thriller che l’ha reso famoso. Ora solo Emma è in grado di seguire gli indizi e di capire – anche a rischio della vita – chi sta cercando a tutti i costi di coprire un passato sanguinoso e inconfessabile.

 

L’ANNO CHE È PASSATO, Amanda Reynolds

31 agosto

Quando Jo si risveglia in fondo alle scale di casa e vede suo marito chino su di lei, non ha memoria di quel che è successo. Per fortuna non si è fatta nulla di grave, ma la caduta le ha provocato  un’amnesia che copre gli ultimi dodici mesi. Jo comincia con fatica a mettere insieme i tasselli della propria vita, ma i ricordi sono confusi e il marito e i figli non sono di aiuto. Tutti sembrano volerle nascondere qualcosa. E in effetti, a mano a mano che Jo si riappropria di brandelli del suo passato recente, quel che vede la sorprende, la inquieta, la disturba, perché non collima con l’immagine serena di una donna appagata dalla vita famigliare, con un marito affettuoso, due figli ormai grandi e responsabili, una bella villa in campagna. Cosa è successo durante l’ultimo anno? Perché dai recessi della sua memoria emergono volti sconosciuti, situazioni inconsuete, sensazioni di pericolo incombente? Perché si sente così sospettosa di tutti, degli amici, dei figli, del marito… persino di se stessa?

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here