“The visit”: un horror a basso budget che intrattiene e inquieta

M. Night Shyamalan, famosa per "Il sesto senso", torna all'horror con semplicità e umiltà

di Simona Quadri

 

Un film di M. Night Shyamalan. Con Olivia DeJonge, Ed Oxenbould, Deanna Dunagan, Peter McRobbie, Kathryn Hahn. Horror, 94′. USA 2015

I fratelli Rebecca, 15 anni, e Tyler, 13, vengono mandati a stare per una settimana nella fattoria dei nonni a Masonville, in Pennsylvania, dalla madre che ha tagliato da anni i ponti con i genitori. Per i ragazzi è un mondo nuovo e affascinante, da scoprire. Ma ben presto sotto la superficie della calorosa accoglienza si aprono le crepe prodotte da comportamenti strani e inquietanti che, giorno dopo giorno, mettono i ragazzi alle prese con una situazione misteriosa e pericolosa.

 

Se è vero che la notte delle streghe è ormai alle nostre spalle, quest’anno sembra proprio che il genere horror non voglia saperne di lasciar dormire al pubblico sogni tranquilli. Dopo “Crimson Peak”, i prossimi mesi porteranno una serie di pellicole da urlo.

Esce questo weekend in Italia “The visit”, horror diretto dal regista statunitense di origine indiana M. Night Shyamalan, che viene ricordato dai più per aver scritto e diretto “Il sesto senso” nel 1999.

Una madre lascia i due figli a casa dei nonni per godersi una breve vacanza. La vita dei due anziani sembra del tutto normale, scandita da regole semplici e innocue. Fratello e sorella si rendono però presto conto che dietro l’apparente normalità si nasconde qualcosa di inquietante.

Il film, che in parte è stato girato come fosse un documentario, ha un budget ridotto, di soli cinque milioni di dollari.

Gli ingredienti per una storia da brivido sembrano esserci tutti. Una delle locandine promozionali riporta ad esempio l’elenco delle regole che i nonni impongono ai nipoti: se divertiti e mangia quanto vuoi non sembrano nascondere significati nascondi, non lasciare mai la tua stanza dopo le 21.30 è certamente sospetta.

Kathryn Hahn e Ed Oxenbould guidano il cast che comprende anche Erica Lynne Marszalek, Peter McRobbie, Olivia DeJonge, Deanna Dunagan, Benjamin Kanes, Jon Douglas Rainey, Brian Gildea e Shawn Gonzalez.

Ricordiamo anche che alla realizzazione di “The visit” ha collaborato Jason Blum, padre di alcuni degli horror più inquietanti degli ultimi anni, da Paranormal Activity a The Purge, passando per Insidious.

Una vera chicca, dunque, che gli amanti del genere non vorranno farsi scappare.

 

Previous articleIntervista al regista Lucio Viglierchio
Next articleAl cinema: The girl in the photographs
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here