“Alfredino – Una storia italiana”: il racconto di una tragedia collettiva

Anna Foglietta interpreta la madre del piccolo Alfredo Rampi nella miniserie su Sky e NOW

Una serie di Marco Pontecorvo. Con Anna Foglietta, Francesco Acquaroli, Vinicio Marchioni, Luca Angeletti, Beniamino Marcone, Riccardo De Filippis, Giacomo Ferrara, Valentina Romani.
Drammatico, storico. Italia. 2021

 

Andranno in onda stasera su Sky Cinema e NOW i due episodi conclusivi della miniserie “Alfredino – Una storia italiana”, che ripercorre il cosiddetto “incidente di Vermicino”, un evento di cronaca che quarant’anni fa sconvolse l’Italia intera, nel corso della prima diretta tv della nostra storia.

Il piccolo Alfredo Rampi, 6 anni, in vacanza con la famiglia, cadde il 10 giugno 1981, di ritorno da una passeggiata, in un pozzo artesiano nella campagna intorno Frascati. Tutti gli sforzi per salvarlo si rivelarono vani, per la scarsa coordinazione e l’oggettiva difficoltà del caso.

Marco Pontecorvo fa rivivere le drammatiche e frenetiche ore della mobilitazione e dei tentativi di salvataggio di Alfredino, con l’impiego di polizia, vigili urbani e vigili del fuoco, le emozioni fortissime dei genitori del bambino – e noi, sapendo come si è conclusa la storia, non possiamo che provare uno struggimento estremo per loro – ma si proietta anche avanti, a quello che è successo “dopo”. 

Il ritmo dei quattro episodi è lento, sembra quasi che il regista voglia restituirci la realtà del tempo trascorso, la lentezza di alcuni interventi e momenti, in cui speranza e senso di ineluttabilità si alternando.

Eppure “Alfredino – Una storia italiana” non indugia mai sugli aspetti più macabri della vicenda (il bambino non viene mai ripreso nel pozzo, ad esempio), preferendo concentrarsi sulla determinazione dei soccorritori, sulla risposta collettiva di fronte alla tragedia (con la comparsa di tic tutti italiani, come la nascita di improbabili teorie del complotto), sulla straordinaria, per l’epoca, copertura mediatica. 

A interpretare Franca Rampi, la madre di Alfredino, una stupenda Anna Foglietta, che riesce a trovare il perfetto equilibrio tra paura e speranza, tra dolore e forza. Accanto a lei Luca Angeletti, che interpreta Ferdinando Rampi; Francesco Acquaroli il comandante dei vigili del fuoco Elveno Pastorelli; Massimo Dapporto il presidente della Repubblica Sandro Pertini.

“Alfredino – Una storia italiana” non è un atto di denuncia per ciò che si sarebbe potuto fare ma è un racconto. E ci piace ricordare che, almeno, dalla tragedia è nato qualcosa di buono: la vicenda di Alfredino ha dato infatti un impulso decisivo alla costituzione della Protezione civile come la conosciamo oggi.

Previous articleCivitanova Film Festival: “Stephanie” di Leonardo Van Dijl è il miglior corto
Next articleAspettando il Festival di Cannes: di riflessioni, speranze e… tamponi
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here