Alice nella Città: tra passato e futuro presentata a Roma la XVI edizione

La sezione autonoma e parallela della Festa del cinema anima la Capitale dal 18 al 28 ottobre

L‘edizione numero sedici di Alice nella città, che insieme alla Festa del cinema di Roma animerà la capitale dal 18 al 28 ottobre, guarda al futuro, in cerca di risposte. Un po’ come la giovane protagonista del manifesto, firmato da Alexey Kondakov.

Abbiamo continuato con la memoria del passato, ma guardando al futuro – hanno sottolineato in conferenza stampa direttori artistici Gianluca Giannelli e Fabia Bettini. – Siamo rivolti al futuro, diventando qualcos’altro. La bambina del poster è in posa di fronte a un divieto, è alla ricerca di una risposta, di un rinascimento”. 

E Alice si ripromette, com’è nel suo stile, di cercare questa nuova strada attraverso film e interventi di addetti ai lavori, che animeranno le giornate romane.

Una scena del film “Ben is back” con Julia Roberts.

Si comincia il 7 ottobre con la preapertura affidata a Rowan Atkinson, ospite nei panni di Johnny English. Dal 18 ottobre, invece, saranno presentati 11 i lungometraggi nel concorso Young Adult, 10 in Panorama Internazionale e 10 in Panorama Italia, 6 eventi speciali e 3 serie tv.

Tra i titoli più attesi del concorso Young Adult ci sono “Ben is Back”, il film di Peter Hedges con Julia Roberts e il figlio del regista, Lucas, che interpreta un ragazzo problematico che deve ricostruire il suo rapporto con la famiglia, “Behold my heart” con Charlie Plummer, “Fiore Gemello” di Laura Luchetti, “Jellyfish” che affronta l’attualissimo tema del bullismo a scuola, “Butterfly” di Alessandro Cassigoli e “Casey Kauffman”, incentrato sulla figura della prima campionessa di boxe italiana.

Nella sezione Panorama Internazionale c’è grande attesa per “Hot Summer Nights” con protagonista Timothée Chalamet, per il documentario “Skate Kitchen” di Crystal Moselle, e per “Let Me Fall” dell’islandese Baldvin Z, sicuramente il film più duro della selezione di quest’anno.

Tra gli eventi speciali da segnalare i due film di animazione “Tito and the Birds” e “Dilili in Paris”, realizzati con tecniche miste, l’anteprima di “Remi” di Antoine Blossier, adattamento del celebre romanzo di Hector Malot “Rémi sans famille”, le due serie televisive, “Skam Italia” prodotta da Tim vision e “Kidding” con Jim Carrey.

Da quest’anno, inoltre, Alice nella città inaugura un concorso di cortometraggi, un Campus ideato dalla Leone Film Group per giovani registi e il premio opera prima MyMovies. Per quanto riguarda la Masterclass, invece, il protagonista del 2018 sarà il grande maestro moscovita Andrej Končalovskij.

 

Previous article“L’albero dei frutti selvatici”: una storia dai molti significati nascosti
Next articleLIBROMANIA: di libri “per bambini” ed emozioni che non sbiadiscono
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here