“Amore al quadrato”: una commedia imbarazzante, che non lascia traccia

Il film di Filip Zylber è un'accozzaglia di luoghi comuni sulla moda, la scuola e l'amore

Un film di Filip Zylber. Con Adrianna Chlebicka, Mateusz Banasuik, Miroslaw Baka, Tomasz Karolak, Helena Mazur. Commedia, 101′. Polonia 2021

Monika è una maestra di scuola che per pagare i debiti del padre conduce una doppia vita segreta come modella, usando il nome di Klaudia. Durante un servizio fotografico conosce il giornalista e dongiovanni Enzo, che è stato costretto dalla sua capa e amante Alicja a partecipare a una pubblicità. Tra uno scatto e l’altro le cose vanno di male in peggio e i due diventano acerrimi nemici. Almeno all’inizio…

 

La fisica insegna che i poli opposti si attraggono. Le più basilari regole del corteggiamento, che in amore vince chi fugge. La saggezza popolare, per finire, consiglia di diffidare delle apparenze, perché spesso l’apparenza inganna. 

Ecco, prendete questi tre concetti, mescolateli insieme e avrete un’idea della sceneggiatura, sgangheratissima, del film polacco “Amore al quadrato”, disponibile su Netflix

Dispiace per il cinema polacco, che negli ultimi anni ha prodotto risultati interessantissimi e apprezzati dalla critica di tutto il mondo, e per chi ci ha lavorato, ma in questo caso non si può definire il film in altro modo che imbarazzante

Questa commedia romantica propone i più banali cliché e luoghi comuni sul mondo della moda e della pubblicità, contrapponendolo a quello scolastico. Una dicotomia urticante e noiosa, incarnata alla perfezione dalla protagonista che vive una doppia vita: gentile insegnante alle medie e super top-model. 

La sceneggiatura è prevedibile, scontata nello sviluppo, buonista nel finale. Non riesce che in rari passaggi a regalare qualche emozione a chi guarda, e fallisce completamente nell’ambizione di avere una valenza anche esistenziale e sociale. 

Lo script deprime le potenzialità recitative del cast che, per quanto volenteroso, niente può davanti a uno spartito piatto e monocorde.

“Amore al quadrato” non fa sognare né emozionare. Al massimo ci conferma come l’apparenza e la bellezza esteriore siano effimeri, mentre la ricchezza e la nobiltà d’animo siano ciò che davvero conta. Nella vita e in amore.

 

Il biglietto d’acquistare per “Amore al quadrato” è:
Neanche regalato. Omaggio. Di pomeriggio. Ridotto. Sempre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here