BAFTA 2019: “La favorita” e “Roma” sbaragliano la concorrenza

Poche sorprese, tante conferme e monotonia nella 72° cerimonia di assegnazione degli Oscar inglesi

Sconfitti illustri, monotonia e tante perplessità: sono queste le note dominanti della 72° edizione dei BAFTA, gli Oscar del cinema inglese, assegnati domenica 10 febbraio a Londra. A trionfare, come da pronostico, sono stati “La favorita” di Yorgos Lanthimos e “Roma” di Alfonso Cuarón.

Probabilmente ammaliati da un titolo così inequivocabile, i membri della giuria della British Academy hanno assegnato sette riconoscimenti (tra cui quello come miglior film inglese, miglior attrice protagonista a Olivia Colman e attrice non protagonista a Rachel Weisz) sui 12 per cui era candidato al film in costume incentrato sulla regina inglese Anna e sulla rivalità tra le sue due dame, Sarah e Abigail.

Per fortuna, però, che c’è “Roma” di Cuarón, di fronte alla cui maestria persino l’Academy inglese si deve piegare. Alla pellicola in bianco e nero, prodotto da Netflix, che racconta le contraddizioni di Città del Messico negli anni ’70, sono andati il premio come miglior film e miglior film non in inglese, e quelli per la miglior regia e miglior fotografia.

Rami Malek miglior attore protagonista per “Bohemian Rhapsody”

Le polemiche per la presenza di “Bohemian Rhapsody” nella rosa dei candidati come Film inglese d’eccellenza, visti i recenti fatti di cronaca che stanno interessando il regista Bryan Singer, vengono smorzate dalla mancata vittoria. Al biopic sui Queen e Freddie Mercury vanno il premio come miglior attore protagonista e quello per gli effetti sonori. Grande sconfitto, invece, “A star is born” di Bradley Cooper che deve accontentarsi del solo riconoscimento per le migliori musiche originali.

In questo 10 febbraio londinese un po’ grigio e un po’ freddo proprio come il nostro umore di fronte ai risultati – troppo prevedibili? – dei BAFTA, i tanti vinti se ne vanno con l’amaro in bocca. Il grande vincitore Yorgos Lanthimos, invece, lo fa consapevole di aver vinto la sua partita da favorito in casa. E adesso ci sono gli Oscar…

Il pubblico si consola grazie al red carpet e all’outfit etereo e azzecatissimo della Duchessa di Cambridge. Gli addetti ai lavori lasciano la sala stampa un po’ perplessi ma rincuorati dal successo di Cuarón, che risolleva il morale e dà colore a questi BAFTA, altrimenti così monotoni.

 

L’elenco completo dei vincitori potete trovarlo sul sito ufficiale dei BAFTA, con tanti approfondimenti sulla serata di ieri (dalle foto del red carpet ai video della conferenza stampa). 

 

Previous article“The golden glove”: storia di un serial killer nella Amburgo degli anni ’70
Next article“Io sono Mia”: la parabola di Mia Martini nel film tv con Serena Rossi
Bolognese di nascita, cittadina del mondo per scelta, rifugge la sedentarietà muovendosi tra l’Inghilterra (dove vive e studia da anni), la Cina, l’Italia e altre nazioni europee. Amante della lasagna bolognese, si oppone fermamente alla visione progressista che ne ha la signorina Lotti, che vorrebbe l’aggiunta della mozzarella. Appassionata di storie, nel tempo libero ama leggere, scrivere, guardare serie TV e film, e partecipare a quanti più eventi culturali possibile.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here