Coppie same sex, robot e omaggi: al via “Ballando con le stelle 13”

Confermati conduttori, format e giuria, ma le novità non mancano neppure in questa edizione

Milly Carlucci ha fatto tredici! No, cari lettori, la bionda presentatrice non ha vinto al Totocalcio né piazzato la scommessa della vita, ma sta per tornare in compagnia del fidato Paolo Belli in prima serata su Rai Uno con una nuova edizione di “Ballando con le stelle”. La tredicesima, appunto.

La prima dopo la scomparsa di Bibi Ballandi. produttore televisivo e papà dello show, andato in onda per la prima volta nel 2005. Ha parlato degli esordi Milly Carlucci in conferenza stampa, evidentemente commossa.

“Tredici anni fa abbiamo avuto l’intuizione di adattare questo format inglese allo stile della televisione italiana, dando vita a uno degli show più seguiti e longevi della Rai. In ricordo di Bibi – che ci manca molto – vogliamo che questa sia l’edizione più bella di sempre. Ricordo quanto ci fosse vicino non solamente dietro le quinte, come produttore, ma anche nei camerini dove ripetevamo dei riti scaramantici”.

Tra le novità di quest’anno, la presenza nel parterre dei concorrenti di Giovanni Ciacci (beauty tutor del programma di Rai 2 condotto da Caterina Balivo, “Detto Fatto”) che farà coppia con il maestro Raimondo Todaro.

Giovanni Ciacci con il suo maestro, Raimondo Todaro.

“Non è vero che mi sono proposto io, è stata Caterina Balivo a lanciare l’idea e Milly Carlucci a farla sua. Naturalmente io non ho esitato un attimo ad accettare la sfida – ha raccontato Ciacci. – Con Raimondo è scattato subito un bellissimo feeling che si è trasformato in un rapporto d’amicizia”.

A tranquillizzare – si fa per dire! – lo spettatore conservatore, magari un po’ perplesso davanti a quest’inedita coppia, ci ha pensato la presidente di giuria Carolyn Smith. “Negli ultimi anni sono stat giudice in numerosi concorsi di Same sex dance, in cui danzano ballerini dello stesso sesso. Non è rilevante nel giudizio il genere dei ballerini, quanto piuttosto lo stile e la tecnica utilizzate.”

Altra novità che ha suscitato stupore, l’annuncio del terzo conduttore che affiancherà la collaudata coppia Carlucci-Belli: Robot Zoa. Si tratta di un gigantesco robot, che sarà anche il primo ballerino per una notte.

“Viviamo in un‘epoca dove i robot e la tecnologia stanno prendendo sempre più spazio – ha spiegato la Carlucci. – Abbiamo deciso di aprirci anche noi al cambiamento, nel nostro piccolo, facendolo però in modo divertente. Preparatevi a tante sorprese.”

Si scrive “Ballando con Stelle” ma dovrebbe leggersi “Beauty farm con le stelle”, visto che per molti concorrenti questa è l’occasione per rimettersi in forma e dire addio ai chili di troppo. Ma anche chi non ha bisogno di dimagrire sottolinea come il programma sia una sfida affascinante e stimolante ma soprattutto impegnativa e faticosa.

Vediamo in breve il cast: Cesare Bocci e Alessandra Tripoli, Stefania Rocca e Marcello Nuzio. Nathalie Guetta e Simone Di Pasquale, Eleonora Giorgi e Samuel Peron, Amedeo Minghi e Samanta Togni, Massimiliano Morra e Sara Di Vaira, Cristina Ich e Luca Favilla, Gessica Notaro e Stefano Oradei, Giovanni Ciacci e Raimondo Todaro, Giaro Giarratana e Lucrezia Lando, Akash Kuman e Veera Kinnunen, Francisco Porcella e Anastasia Kuzmina, Don Diamont e Hanna Karttunen.

La giuria invece oltre all’inossidabile Carolyn Smith, è composta da Guillermo Mariotto, Fabio Canino, Ivan Zazzaroni e Selvaggia Lucarelli.

Non resta che attendere questa sera per applaudire e ballare con le nuove stelle, augurandoci che i toni e lo stile siano più calibrati rispetto allo scorso anno, quando i battibecchi al vetriolo tra la Lucarelli e Alba Parietti furono magari un toccasana per lo share ma un po’ meno per la qualità del programma.

 

Previous articleI FANTASTICI 4 | Omaggio all’attrice Frances McDormand
Next articleCosa leggere a marzo? I consigli di Po
È nato in Sicilia, ma vive a Roma dal 1989. È un proprietario terriero e d’immobili. Dopo aver ottenuto la maturità classica nel 1995, ha gestito i beni e l’azienda agrumicola di famiglia fino al dicembre 2012. Nel Gennaio 2013 ha aperto il suo blog, che è stato letto da 15.000 persone e visitato da 92 paesi nei 5 continenti. “Essere Melvin” è il suo primo romanzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here