Berlinale 2019: Orso d’Oro a “Synonyms” di Nadav Lapid

C'è gloria anche per l'Italia: "La paranza dei bambini" premiato per la migliore sceneggiatura

Claudio Giovannesi e Maurizio Braucci con l'Orso d'argento. Berlino 2019

Cala il sipario sulla 69° edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino, l’ultima con al timone Dieter Kosslick che lascia tra gli applausi della platea. Al successore, l’italiano Carlo Chatrian, il compito di continuare quanto di buono fatto in questi anni, in termini di qualità e varietà delle pellicole presentate.

“Synonyms” dell’israeliano Nadav Lapid che si aggiudica l’Orso d’Oro, il premio più ambito della kermesse. Ma c’è spazio anche per un po’ d’Italia nel palmarès dei vincitori. “La paranza dei bambini” di Claudio Giovannesi, adattamento del romanzo omonimo di Roberto Saviano, si aggiudica l’Orso d’argento per la migliore sceneggiatura.

A ritirare il premio i tre sceneggiatori – Saviano, Giovannesi e Maurizio Braucci – mentre i giovani protagonisti, molto apprezzati in Germania per la loro vitalità e allegria, sono già tornati a Napoli. “Dedico questo premio alle Ong che vanno nel Mediterraneo a salvare delle vite” ha dichiarato Saviano. “I ragazzi nel Sud Italia hanno bisogno di sostegno, più di quello che hanno ora, e per questo è importante l’amicizia dell’Italia con gli altri Paesi” gli ha fatto eco Braucci. “Dedichiamo il premio al nostro Paese con la speranza che l’arte, la cultura e l’educazione siano ancora una priorità” ha chiuso Giovannesi.

Yong Mei e Wang Jingchun migliore attrice e miglior attore nel film “So long, my son” di Wang Xiaoshuai.

Il Premio della giuria è andato a “By the Grace of God” (Grace à Dieu) di François Ozon. La migliore attrice è Yong Mei, il miglior attore Wang Jingchun, protagonisti del film “So Long, My Son” di Wang Xiaoshuai.

A seguire tutti i premi assegnati dalla giuria internazionale presieduta dall’attrice Juliette Binoche.

  • Orso d’Oro Migliore film: Synonyms di Nadav Lapid
  • Orso d’argento Gran premio della giuria: By the Grace of God di François Ozon
  • Orso d’argento Premio Alfred Bauer: System Crasher di Nora Fingscheidt
  • Orso d’argento Miglior regia: Angela Schanelec per I Was at Home, But
  • Orso d’argento Migliore attrice: Yong Mei in So Long, My Son di Wang Xiaoshuai
  • Orso d’argento Miglior attore: Wang Jingchun in So Long, My Son di Wang Xiaoshuai
  • Orso d’argento Migliore sceneggiatura: Maurizio Braucci, Claudio Giovannesi, Roberto Saviano per La paranza dei bambini di Giovannesi
  • Orso d’argento Miglior contributo artistico: Rasmus Videbæk per la cinematografia di Out Stealing Horses di Hans Petter Moland
  • Miglior regista emergente: Hans Pete Mollandcon Out stealing horses
  • Miglior documentario: Talking about trees di Shaib Gasmelbari

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here