BookCity Milano: libri e lettura i grandi protagonisti

di Barbara Pastorelli

 

I libri tornano protagonisti a Milano dal 13 al 16 novembre per la nuova edizione di BOOKCITY, tre giorni (quattro, se si considera anche quello dedicato solo alle scuole) all’insegna di incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura e molto altro ancora.

La manifestazione, che si inserisce nell’offerta di eventi proposti in vista dell’Expo, è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e dal comitato promotore Bookcity, composto da Fondazione Rizzoli Corriere della Sera, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori e Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri, con il sostegno istituzionale di Camera di Commercio Milano nonché di Associazione Italiana Editori, Associazione Librai Italiani e Associazione Italiana Biblioteche.

A far da centro pulsante all’edizione di quest’anno, con incontri, spettacoli e animazioni sarà il suggestivo Castello Sforzesco. Ma nelle quattro giornate di programmazione si prevedono numerosi eventi dedicati al libro e alla lettura dislocati in diversi luoghi della città. Un’intera giornata sarà dedicata alle scuole e alle università, con la presentazione di interessanti progetti volti a promuovere e rafforzare la diffusione della cultura anche con l’aiuto della nuova tecnologia digitale.

BookCity sarà dunque l’occasione per affrontare interessanti e attuali temi, quali ad esempio la transizione al digitale, nel convegno “Engaging the Eeader” del 13 novembre (presso l’ Università Cattolica), e il dissenso nell’Europa dell’Est, nel 25° anniversario della caduta del Muro e a 10 anni dall’ingresso di molti paesi dell’ex blocco sovietico nell’Unione Europea, nell’altro convegno “Venticinque anni dalla caduta del Muro di Berlino: La vera testimonianza dei dissidenti dell’Est Europa” (sabato 15 presso il Castello Sforzesco).

Giovedì 13 novembre, alle ore 19.30 al Teatro Dal Verme, a inaugurare la terza edizione dell’evento sarà presente lo scrittore israeliano David Grossman che in un incontro dal titolo “La forza delle parole” dialogherà con il giornalista Edoardo Vigna, caporedattore del Corriere della sera. In questa occasione il Comune di Milano consegnerà anche all’autore il Sigillo della Città.

Venerdì 14 novembre, al Polo del design in Triennale, segnaliamo l’inaugurazione della mostra de “La Lettura”.

Domenica 16, invece, sono due gli eventi da non perdere. Il primo, che si terrà nel pomeriggio alla Mondadori Megastore di Piazza Duomo, si chiama “Ragazze alla riscossa”: giovani scrittrici e scrittori italiani – Virginia Bramati autrice del libro di successo “Tutta colpa della neve e anche un po’ di New York” (potete leggere una recensione sul nostro sito), Bea Buozzi, Silvia Calvi, Amabile Giusti, Giorgio Ponte – si incontrano e, attraverso i loro nuovi romanzi, raccontano al pubblico il mondo delle giovani donne di oggi tra amori, lavoro precario, disavventure e una sola certezza, non smettere mai di sognare . Questa sarà l’occasione per parlare direttamente con gli autori anche dei loro nuovi romanzi, come “Trilogia dei tacchi a spillo” di Bea Buozzi o “Io sto con Marta” di Giorgio Buozzi, che affrontano le problematiche quotidiane con cui tutti facciamo i conti, ma lo fanno con umorismo e leggerezza, catturando l’attenzione di un vasto numero di lettori, giovani e adulti.

In serata, a chiudere le quattro giornate di BookCity, il Teatro Studio Mariangela Melato ospiterà alle 20,30 il Premio Nobel Dario Fo e l’autore Piero Sciotto, in una serata tra teatro e romanzo.

Eventi per tutti i gusti, insomma. Non ci resta che augurare, ai fortunati che potranno essere presenti, buona visita!

Il programma completo di Bookcity 2014 è consultabile sul sito della manifestazione.

 

Previous articleI tre moschettieri mettono mano alle spade… sul piccolo schermo
Next articleTi ho visto, Luca Favaro
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here