“Chiara Lubich – L’amore vince tutto”: su Rai1 il film con Cristiana Capotondi

Campiotti racconta la storia della maestra di Trento, fondatrice del Movimento dei Focolari

Un film di Giacomo Campiotti. Con Aurora Ruffino, Cristiana Capotondi, Eugenio Franceschini, Greta Ferro, Stefano Fregni. Drammatico. Italia 2021

Trento, seconda guerra mondiale. In mezzo ai bombardamenti, immersa nei dolori dell’umanità, la giovane Chiara Lubich capisce che c’è qualcosa che non potrà essere distrutto, Dio. Sceglie di consacrarsi a Lui, ma per lei questo significa rimanere nel mondo per poter amare tutti i fratelli e le sorelle. La decisione di vivere concretamente il Vangelo, condivisa con alcune ragazze, scatena la reazione dei benpensanti e trova difficoltà ad essere accettata anche nell’ambiente cattolico della città…

 

Nell’anno del centenario della nascita, Rai1 ha realizzato un film tv su Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari, che ha contribuito all’avvicinamento tra Chiesa Cattolica e Ortodossa ed è stata la prima donna bianca non mussulmana a parlare nella moschea di Harlem, a New York.

Trento, 1943. Chiara, giovane maestra di scuola elementare, deve interrompere la lezione per portare i bambini in salvo in un rifugio antiaereo. Là, nel tempo sospeso del bombardamento, ritrova alcuni amici: Ines ed Enrico, prossimi al matrimonio; Natalia e Dori che sognano anche loro una famiglia. I progetti di tutti sono messi in discussione.

Chiara, alla ricerca disperata di un senso, vaga per la città distrutta e, davanti a una statua della Madonna, si sente chiamata a consacrarsi a Dio, l’unico ideale che sembra non crollare. “Che tutti siano uno”: è questo il versetto del Vangelo che più l’ha colpita e che diventa il suo programma di vita, scandaloso e incomprensibile per chi, stremato dalla guerra, cerca la vendetta prima della giustizia.

Chiara viene seguita nel suo progetto da alcune amiche: insieme troveranno una casa dove vivere insieme e daranno vita al primo “focolare”, il nucleo della nuova comunità attorno a cui si svilupperà poi il Movimento. Sebbene la diffidenza nei loro confronti, le ragazze si dedicano ai più disagiati, ai malati, ai poveri.

Raccontando gli inizi della sua opera, la scoperta della vocazione in mezzo alle miserie della guerra, le scelte difficili, l’incontro con le amiche, l’emozione di condividere gli stessi ideali, fino alla scelta del Vaticano di farsi da parte, “Chiara Lubich – L’amore vince tutto” è la storia di una donna del suo sogno, realizzare la fratellanza universale.

Ritratto di una giovane libera, appassionata e coraggiosa, quello di Giacomo Campiotti è un film che parla al pubblico con un linguaggio semplice, che tutti possono comprendere. Grazie anche alla splendida interpretazione di Cristiana Capotondi, “Chiara Lubich” riesce nella non facile impresa di raccontare la storia di una donna che non ha fatto nulla di clamoroso, se non seguire la via della giustizia, della carità e dell’amore attraverso le scelte che ha compiuto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here