CINEMA IN TV | I film dal 25 giugno al 1 luglio

Quattro pellicole da non perdere, tra drammi in costume, storie di lotta ed emancipazione, commedie

Giugno volge al termine, ed è già il momento di guardare a luglio, mese di festival come il Giffoni e di verdetti molto attesi come quello del Premio Strega o del Mondiale in Russia.

Se per voi le vacanze – e le notti magiche – sono ancora lontane, ci sono sempre i film. da godersi comodamente dal divano di casa. Con il nostro appuntamento con “Cinema in tv”, la rubrica che passa in rassegna la programmazione televisiva per proporvi il meglio, non ne perderete neppure uno.

Oggi 4 pellicole, tra drammi in costume, storie di emancipazione e lotta, commedie.

 

Martedì 26 giugno | 21.15 | Cielo

STONEWALL*

di Roland Emmerich. Con Jeremy Irvine, Jonny Beauchamp, Joey King, Caleb Landry Jones, Jonathan Rhys-Meyers. Drammatico, 129′. USA 2015

1969. Danny Winters è un liceale dell’Indiana, all’ultimo anno. Sogna di andare alla Columbia e coltiva un amore impossibile per il suo amico Joe. Quando la sua omosessualità viene scoperta, il padre lo ripudia e a Danny non resta che partire per New York, per cercare di cavarsela da solo. Troverà una nuova famiglia nelle scare queen del Greenwich Village, ragazzini homeless, travestiti, e in particolare in Ray, che s’innamora di lui, non ricambiato. È una comunità che si dà appuntamento al Stonewall Inn, un gay bar gestito dalla mafia, parzialmente tollerato da un gruppo di poliziotti corrotti, che non si esime però dal menare a sangue durante le retate. La notte della morte di Judy Garland, il clima è emotivamente caldo e i tempi lo sono altrettanto perché gli abitanti di Christopher Street comincino a rivendicare i propri diritti. È l’inizio di una serie di violenti scontri con la polizia e la nascita del moderno movimento di liberazione gay.

 

Martedì 26 giugno | 21.26 | Canale 5

LE REGOLE DEL CAOS

di Alan Rickman. Con Kate Winslet, Matthias Schoenaerts, Alan Rickman, Stanley Tucci, Helen McCrory. Drammatico, 112′. Gran Bretagna 2014

Sabine De Barra, donna e non nobile, è in lizza per un incarico alla corte di Luigi XIV. Il sovrano e la sua cerchia stanno per trasferirsi a Versailles e l’artista di corte André le Notre, nonostante il disappunto iniziale, sceglie proprio Madame De Barra per realizzare uno dei giardini principali del nuovo palazzo. Mentre lei cerca di fare i conti con una tragedia del passato, Le Notre li fa con il disagio del suo presente. La malinconia di lui, attrae Sabine, mentre la tenacia di lei, e la sua sincerità, le avvicinano André.

 

Giovedì 28 giugno | 21.10 | La 5

MIDNIGHT IN PARIS

di Woody Allen. Con Owen Wilson, Rachel McAdams, Michael Sheen, Nina Arianda, Kurt Fuller, Tom Hiddleston. Commedia, 94′. USA, Spagna 2011

Gil (sceneggiatore hollywoodiano con aspirazioni da scrittore) e la sua futura sposa Inez sono in vacanza a Parigi con i piuttosto invadenti genitori di lei. Gil è già stato nella Ville Lumiêre e ne è da sempre affascinato. Lo sarà ancor di più quando una sera, a mezzanotte, si troverà catapultato nella Parigi degli anni Venti con tutto il suo fervore culturale. Farà in modo di prolungare il piacere degli incontri con Hemingway, Scott Fitzgerald, Picasso e tutto il milieu culturale del tempo cercando di fare in modo che il ‘miracolo’ si ripeta ogni notte. Suscitando così i dubbi del futuro suocero.

 

Sabato 30 giugno | 21.20 | Italia 1

BILLY ELLIOT

di Stephen Daldry. Con Jamie Bell, Gary Lewis, Jamie Draven, Julie Walters, Jean Heywood, Stuart Wells. Commedia, 110′. Gran Bretagna, Francia, 2000

1984. In un paese minerario dell’Inghilterra la politica tatcheriana è causa di gravi problemi. I minatori sono in sciopero perché il lavoro è in pericolo. Billy è figlio di uno di questi minatori che si leva quasi letteralmente il pane di bocca per permettergli di continuare a frequentare la palestra di boxe. Ma il proprietario della palestra, visti i tempi, decide di affittare una parte dell’ampio locale a una scuola di danza. Billy è attratto da quella disciplina e progressivamente si distrae dal pugilato per interessarsi alle evoluzioni alla sbarra. Diventa così l’unico allievo di un gruppo tutto femminile. Non appena il padre e il fratello se ne rendono conto si scatena il finimondo. Ma Billy ha il sostegno della sua insegnante, la signora Wilkinson. Mentre le lotte sociali proseguono e dividono il padre dal figlio maggiore, continua la lotta personale di Billy per inseguire il proprio sogno. Un sogno che rischia di diventare realtà quando la signora Wilkinson lo iscrive a un esame al Royal Ballett…

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here