“Colpa delle stelle”: tutte le differenze tra il libro di John Green e il film

Dalla scomparsa dell'amica di Hazel, Kaitlyn, alla cena all'Oranjee di Amsterdam, spostata al chiuso

In Italia il film “Colpa delle stelle” di Josh Boone ha riscosso un enorme successo. Avevate letto il libro omonimo di John Green, da cui è tratto, prima di sedervi comodamente in sala o sul divano di casa? Se lo avete fatto potreste aver notato alcune discrepanze, tra i due format. Tra film e libro ci sono infatti 12 differenze.

Non è la prima volta che sottolineiamo la cosa: adattare un romanzo per il cinema non è semplice, e non tutto quello che l’autore descrive nelle pagine può trovare spazio in una pellicola che dura al massimo un paio d’ore.

Curiosi di sapere cosa è stato modificato del romanzo bestseller di John Green? Scopritelo con noi. Ovviamente solo se conoscete già la storia e non volete rovinarvi la sorpresa.

 

1 Nel libro, i genitori di Augustus NON permettono al figlio di portare Hazel al piano di sotto, per guardare da soli il film “V per vendetta”. Al contrario, lasciano che Gus mostri alla ragazza il seminterrato, ma poi i due guardano la pellicola con Natalie Portman in soggiorno. Nel film, Gus e Hazel vanno al piano di sotto senza proteste da parte dei genitori.

2 John Green scrive nel suo romanzo che Hazel va all’ospedale a trovare Isaac, operato di nuovo agli occhi. Nel film questo non succede.

3 Nel romanzo, Hazel ha un’amica di nome Kaitlyn, che la spinge a superare i suoi limiti per quello che riguarda la relazione con Gus e al contempo la tiene aggiornata sulle ultime novità in fatto di moda. Nel film, di Kaitlyn non c’è traccia.

4 La ex ragazza di Augustus, Caroline Mathers, morta di cancro al cervello qualche anno prima, esercita una forte influenza sulle idee di Hazel nel libro. Nel film, invece, non si parla di Caroline o dell’impatto che ha avuto su Gus la sua dipartita.

5La vediamo anche nel film, la mitica altelana di Hazel, ma a differenza del libro qui la ragazza non decide mai di metterla in vendita.

6Il film omette una scena molto importante, quella nella quale Hazel e Mrs. Lancaster sentono Gus urlare all’indirizzo della madre, prima che i due ragazzi partano per il viaggio ad Amsterdam. Nel libro, questa conversazione preannuncia il ritorno del cancro di lui.

7Nella pellicola, Gus dice ad Hazel di amarla mentre stanno cenando da Oranjee, ad Amsterdam. Nell’originale Gus dice: “Ti amo e so che l’amore è solo un grido nel vuoto…” sull’aereo per l’Olanda.

8 Parlando dell’Oranjee, nel libro Gus e Hazel cenano all’aperto, vicino agli olmi e al canale. Nel film, invece, i due ragazzi mangiano dentro al ristorante, anche se il menu prevede ancora champagne e risotto. “Abbiamo deciso di girare questa scena all’interno perché quando siamo stati ad Amsterdam per i sopralluoghi abbiamo realizzato che sarebbe stato buio, freddo e probabilmente piovoso in ottobre, un’atmosfera poco adatta a una scena romantica – ha spiegato Molly Hughes della produzione. – Allora abbiamo ricostruito il locale a Pittsburgh. Ci auguriamo che il fatto che Gus e Hazel siano circondati da candele, luci e piante aiuti a creare un ambiente ugualmente suggestivo”.

9Le sorelle odiose di Gus, i loro mariti e i figli turbolenti non compaiono spesso nel film, mentre nel libro Hazel li menziona di frequente, quando Gus si sottopone ai trattamenti medici.

10Nel romanzo, Hazel sorprende Gus a borbottare nel sonno dopo che lui, usando le parole della ragazza, “ha bagnato il letto”. È un momento davvero delicato e di totale vulnerabilità, nel quale lei realizza che il cancro si sta facendo sentire. Nel film questa scena manca, ma è invece presente quella nella quale lei lo trova alla stazione di servizio.

11 Nella pellicola, il regista ha deciso di non menzionare il disprezzo che Hazel mostra verso i commenti su Facebook dopo la morte di Gus. Nel libro, infatti, lei è infuriata per questo profluvio di luoghi comuni e banalità, e risponde in modo avventato, dando per scontato che Gus non avrebbe apprezzato queste frasi.

12Nel romanzo, Hazel cerca dappertutto la “lettera” che Gus le ha scritto. Passa al setaccio la casa e anche il computer del ragazzo, prima che il padre di lui le riveli che ci sono alcune pagine mancanti nel taccuini di Gus. Dopo non aver avuto successo nella sua ricerca, Hazel decide di scrivere una mail all’assistente di Peter Van Houten, Lidewij, per sapere se le pagine sono state inviate al loro scrittore preferito. Si scopre che Gus ha mandato quello che ha scritto a Van Houten e Lidewij gira per mail l’allegato ad Hazel, così che lei possa leggerlo. Nel film, invece, la ragazza trova le pagine nella sua macchina dopo il funerale di Gus.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here