David di Donatello: tutto quello che c’è da sapere sulla 64° edizione

Dal red carpet in diretta su Rai Movie ai premi speciali che verranno assegnati durante la serata

Andrà in onda domani, mercoledì 27 marzo, la cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2019, gli Oscar del cinema italiano. A condurre la serata, in diretta su Rai 1 dalle 21.25, Carlo Conti.

A partire dalle 20, in diretta su Rai Movie, sarà possibile seguire il red carpet con Livio Beshir; mentre dalle 21 Rai Radio2, radio ufficiale dei David, trasmetterà nel programma “Gli Sbandati di Radio2”, in contemporanea con Rai 1, la 64ª edizione del Premio.

Una 64° edizione che si preannuncia ricca di sorprese e di grandi ospiti italiani e internazionali, senza dimenticare, come in ogni grande show che si rispetti, la musica e l’intrattenimento. Il tenore Andrea Bocelli eseguirà “Nelle tue mani” (Now we are free) dal film “Il Gladiatore” e duetterà con il figlio Matteo sulle note del brano “Fall On Me”.

 

LE NOVITÀ DEI DAVID DI DONATELLO 2019

L’edizione del 2019 ha introdotto una serie di importanti riforme del regolamento dei premi. Fra le numerose novità, una nuova giuria e la modifica del sistema di voto, entrambi adeguati ai modelli proposti dai grandi riconoscimenti internazionali; nuove regole di ammissione dei film che concorrono all’assegnazione dei premi; la nascita del David dello Spettatore.

Attraverso questa serie di rilevanti modifiche, l’Accademia del Cinema Italiano punta a rinnovarsi proponendosi come una realtà ancor più autorevole e incisiva nell’ambito del panorama cinematografico italiano e internazionale, al passo con le rapide trasformazioni in atto nell’intero sistema dell’audiovisivo.

 

DAVID ALLA CARRIERA E RICONOSCIMENTI SPECIALI

Il regista americano Tim Burton verrà premiato con il David alla Carriera – David for Cinematic Excellence 2019. A consegnare il premio un’eccellenza del nostro cinema, Roberto Benigni. Due i David speciali assegnati quest’anno: a Dario Argento, regista e sceneggiatore maestro indiscusso dell’horror, e a Francesca Lo Schiavo, scenografa vincitrice di tre premi Oscar.

Tra i riconoscimenti già annunciati che verranno consegnati domani: il David dello Spettatore (una delle novità di questa edizione) a “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino, il David per il Miglior cortometraggio a “Frontiera” di Alessandro Di Gregorio e il David per il miglior film straniero a “Roma” di Alfonso Cuarón.

 

DAVID 2019: TUTTE LE CATEGORIE IN LIZZA

Sono ventitré i lungometraggi in lizza per i David di Donatello 2019. Tra questi, ad aver ricevuto il maggior numero di nomination sono “Dogman” di Matteo Garrone (16), “Capri-Revolution” di Mario Martone e “Chiamami col tuo nome” di Luca Guadagnino (13), “Loro” di Paolo Sorrentino (12), “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini (10) e con “Lazzaro felice” di Alice Rohrwacher (9).

I premi da assegnare per il cinema italiano sono 20: miglior film, regia, regista esordiente, sceneggiatura originale, sceneggiatura non originale, produttore, attrice protagonista, attore protagonista, attrice non protagonista, attore non protagonista, autore della fotografia, musicista, canzone originale, scenografo, costumista, truccatore, acconciatore, montatore, suono, effetti visivi VFX.

A questi si aggiungono il David per il Documentario, il David per il Miglior film straniero, il David dello spettatore e il David per il Miglior cortometraggio.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here