Disney Pixar: 3 sequel e una storia originale nei prossimi anni al cinema

Il 2014 passerà alla storia come uno degli anni peggiori. Perché, vi chiederete? Perché per la prima volta dal 2005, la Pixar non ha portato al cinema nemmeno un film. È un miracolo che il mondo non sia finito, lo sappiamo.

Ma il rovescio della medaglia è che negli ultimi 12 mesi abbiamo avuto ben 2 film. Dopo l’uscita nelle sale di “Inside Out” (che potrebbe rivelarsi la migliore produzione degli studios di sempre), è la volta de “Il viaggio di Arlo” (The Good Dinosaur), che promette di essere meraviglioso, adorabile e ovviamente emozionante. Un perfetto film Pixar, in altre parole.

Cosa dobbiamo aspettarci dopo tanta abbondanza? Fortunatamente non un altro anno di attesa prima della prossima uscita. L’attesissimo sequel di “Alla ricerca di Nemo”, Finding Dory arriverà nei cinema americani il 17 giugno del prossimo anno (leggi su Parole a Colori le anticipazioni). La storia riprenderà sei mesi dopo gli avvenimenti del film precedente. La smemorata Dory ricorderà improvvisamente dei dettagli della sua infanzia e per questo si metterà alla ricerca della sua famiglia. All’inizio con lei ci saranno Marlin e Nemo, ma poi i tre verranno separati e la pesciolina finirà all’Istituto di Biologia Marina della California. Qui incontrerà una serie di nuovi personaggi, e le disavventure certo non mancheranno.

Ma “Finding Dory” non è l’unico sequel che la Pixar sta preparando. Al contrario, è solo il primo di una lunga serie di continuazioni che la casa di produzione ha programmato per i prossimi anni. Dei cinque film che la Pixar ha messo in cantiere dopo “Il viaggio di Arlo”, solo uno è originale. Dal nostro punto di vista, non lavorare su script originali come quello di “Inside Out” è davvero un peccato – insomma, con i mezzi a disposizione la Pixar ha dimostrato di poter fare davvero di tutto. Non che ci sia niente di male a riprendere e continuare storie più o meno amate, però speriamo davvero che questa non sia la tendenza dominante del futuro.

Per gli appassionati e per chi non vede l’ora di emozionarsi ancora, ecco i quattro film d’animazione su cui la Pixar sta lavorando.

 

Cars 3 – 16 Giugno 2017

Cars 3

Chi avrebbe mai immaginato che Cars sarebbe stato il secondo soggetto dopo Toy Story a diventare una trilogia? I due film precedenti sono gli unici, tra quelli prodotti dalla Pixar, a non aver raggiunto grandi livelli di consenso (il gradimento per Cars 2 si è fermato addirittura a uno sconfortante 39%). Ma il franchising è uno dei preferiti del direttore creativo John Lasseter, quindi i fan possono aspettarsi di meglio, per il 2017, delle sole voci messe in campo in passato.

Coco – 22 novembre 2017

Coco, Pixar

Il solo film originale targato Pixar che vedremo per un po’ al cinema. Dal poco che si sa sembra proprio che Coco si inserirà alla perfezione nell’elenco delle produzioni. Basata sulla festa messicana del “Dia de los Muertos”, la storia racconta del 12enne Miguel, che svelerà un antico mistero di famiglia – e nel farlo incontrerà anche alcuni dei suoi antenati.

Toy story 4 – 15 giugno 2018

Toy Story 4, Woody, Bo Peep

Ma non avevamo detto che Toy Story era una trilogia? Volevamo dire quadrilogia. Si tratta senza dubbio del più rischioso dei film messi in cantiere dalla Pixar, dal momento che il franchising di Toy Story non ha mai mancato un colpo. Devono avere davvero una bella storia nella manica, agli studios, per rischiare tutto con un quarto film, dopo che il terzo ha chiuso il cerchio in maniere perfetta. Da quello che si sa, dovrebbe trattarsi di una storia d’amore con protagonisti Woody e Bo Peep. Non sappiamo se essere più preoccupati o emozionati all’idea di vederlo.

Gli Incredibili 2 – 21 giugno 2019

Gli Incredibili 2

Un altro film con un bel finale che sinceramente a nostro avviso non aveva alcun bisogno di un sequel. Gli Incredibili tornano per salvare ancora una volta il mondo, 15 anni dopo il primo film. Si tratta di una pausa bella lunga, ma il regista Brad Bird è tornato per riprendere il progetto, quindi le potenzialità ci sono tutte.

 

Vi abbiamo parlato dei prossimi progetti Pixar, e ci sentiamo di azzardare la previsione che non saranno certo gli ultimi. Se siamo fortunati, con il denaro incassato da tutti questi sequel, lo studio si potrà permettere di lavorare anche su idee orinali come quella sviluppata per Inside Out. Avanti, Pixar, fallo per Bing Bong.


LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here