“Django & Django”: un omaggio a Sergio Corbucci, maestro del western

Quentin Tarantino voce narrante per un documentario che è (anche) una lezione di cinema

Un film di Luca Rea. Documentario, 97′. Italia 2021

Uno sguardo alla carriera e alla personalità di Sergio Corbucci, storico regista e uno dei più grandi esponenti del genere spaghetti western. Tra filmati d’epoca e spezzoni di film, il mondo di Corbucci viene esplorato attraverso la lente contemporanea di Quentin Tarantino, che ne è sempre stato un ammiratore e gli ha reso omaggio in “C’era una volta a Hollywood”. Al suo fianco, altri protagonisti e colleghi di Corbucci come Ruggero Deodato, che iniziò come suo aiuto regista, e Franco Nero, suo attore più celebre.

 

Presentato fuori Concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2021, “Django & Django” di Luca Rea è un documentario che si propone di omaggiare Sergio Corbucci, autore insuperato di spaghetti western, attraverso un grande maestro di cerimonie come Quentin Tarantino.

“È il secondo miglior regista di spaghetti western di sempre” dice di Corbucci il regista americano, suo grande ammiratore. E il documentario di Rea motiva questa affermazione, attraverso filmati d’epoca e spezzono di film.

Insieme a Tarantino, “Django & Django” vede la presenza di altri colleghi di Corbucci, come l’attore Franco Nero, che con lui visse un indissolubile sodalizio artistico, e Ruggero Deodato, che iniziò come suo aiuto regista. Le loro testimonianze, insieme al materiale d’archivio, contribuisce a ricostruire una delle epoche d’oro del cinema italiano.

Ma “Django & Django” non è solo l’omaggio a un grande del passato, scomparso il 1 dicembre 1990. Grazie alla presenza di Quentin Tarantino, voce narrante e maestro di cerimonie, il documentario diventa anche una lezione di cinema

Previous article“Vita da Carlo”: la serie su Prime Video è leggera, briosa, godibile
Next article“Mare fuori”: una storia realistica e sofferta, tra dolore e grandi amori
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here