Itinerari di viaggio: 4 parchi da non perdere in Olanda

di Erika Ruffoni

 

Di persone che amano la natura ce ne sono tante. E no, non parliamo di quelli che, in queste settimane, si divertono ad andare in giro per boschi e praterie a cercare Pokemon, ma di coloro che, lontani da smog, auto, rumore cittadino ritrovano se stessi.

Anche i più metropolitani, però, hanno bisogno di tanto in tanto di staccare la spina e allontanarsi dal caos – sì, anche se vivete in una città come l’Aja, non proprio simbolo di frenesia. In Olanda la vita è mediamente più tranquilla e sostenibile rispetto alle metropoli italiane come Milano o Roma. Le biciclette, ad esempio, sono in numero maggiore delle auto, il traffico sostenibile.

Per coloro che hanno bisogno di evadere, le soluzioni sono comunque molteplici, tra zone verdi e parchi. Se il clima è dalla vostra, ecco quattro parchi olandesi assolutamente imperdibili.

 

BOS DEN HAAG, L’Aia

Una veduta del parco Bos den Haag a L'Aia. Olanda
Una veduta del parco Bos den Haag a L’Aia. Olanda

Sembra quasi di essere in Amazzonia, in questo parco dell’Aia, detto anche “il bosco della città”, circondati da piante, corsi d’acqua ed erba incolta. Ideale per fare una passeggiata e dimenticare dove si è realmente, ma anche per una corsa all’ombra delle fronde.

 

APENHEUL: IL PARCO DELLE SCIMMIE, Apeldoorn

Apenheul, il parco delle scimmie. Apeldoorn, Olanda.
Apenheul, il parco delle scimmie. Apeldoorn, Olanda.

Uno zoo di tipo nuovo, dove si può camminare e interagire con le scimmie, più che un parco vero e proprio. La prima area di questo tipo al mondo, dove gli animali sono liberi di muoversi in lungo e in largo nella vegetazione e tra i visitatori. Inaugurato nel 1971 da Wim Mager, è cresciuto nel corso degli anni, diventando un centro di ricerca che attrae primatologi e visitatori da tutto il mondo. Si trova nella cittadina di Apeldoorn.

 

VONDELPARK, Amsterdam

L'ingresso del Vondelpark nel cuore di Amsterdam. Olanda
L’ingresso del Vondelpark nel cuore di Amsterdam. Olanda

Il cuore verde di Amsterdam situato nella zona dei musei, progettato nel 1864 dall’architetto L.D. Zocher. Un parco all’inglese di circa 47-48 ettari, frequentato dai turisti e dagli abitanti della città in tutte le stagioni, non solo per passeggiate, jogging e picnic, ma anche per assistere a concerti e altre manifestazioni (come ad esempio i tornei di golf).

 

EFTELING, Kaatsheuvel

Il parco di divertimenti Efteling a Kaatsheuvel. Olanda
Il parco di divertimenti Efteling a Kaatsheuvel. Olanda

Chiudiamo la rassegna con una proposta un po’ diversa. Efteling è il parco di divertimento più grande dei Paesi Bassi, situato a Kaatsheuvel. Inaugurato nel 1952, è anche uno dei più antichi al mondo e ha accolto, dall’apertura, oltre 100 milioni di visitatori. Pensato in origine per i bambini, con una tematica fiabesca, si è evoluto nel corso degli anni in un vero e proprio parco a tema di grandi dimensioni, sul modello di Disneyland.





Previous articleLibri per l’estate: 10 romanzi distopici da leggere sotto l’ombrellone
Next articleAl cinema: L’era glaciale – In rotta di collisione
Contributi inviati da persone esterne alla nostra redazione. Guest post, interviste, recensioni e molto altro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here