Festa del cinema di Roma: tutto pronto per la XIV edizione

Trentatré film in concorso, tra cui due italiani; Incontri ravvicinati con attori, registi e grandi personaggi

È tutto pronto per la XIV edizione della Festa del cinema di Roma, che si terrà dal 17 al 27 ottobre. In città sono attesti registi e attori, grandi pellicole e interessanti esordi, per una kermesse dal sapore sempre più internazionale.

Sono ben trentatré i film presentati nella Selezione ufficiale, a cui si aggiungono i tre della sezione “Tutti ne parlano”. Ad aprire la kermesse sarà “Motherless Brooklyn – I segreti di una città” di Edward Norton, poliziesco ambientato nella New York degli anni ‘50. A chiuderla, invece, “Tornare, il nuovo film di Cristina Comencini.

Tra i titoli più attesi impossibile non citare “The Irishman” di Martin Scorse, già presentato a Londra, epopea criminale con Al Pacino, Robert De Niro e Joe Pesci; “Downton Abbey” di Michael Engler, che riprende e prosegue le vicende della celeberrima serie tv inglese; “Scary stories to tell in the dark” di André Øvredal.

La musica rappresenta uno dei fil rouge di questa Festa del cinema. Oltre alle esibizioni e ai concerti, sul grande schermo vedremo il documentario sulla vita, la carriera e l’eredità di Pavarotti, “il tenore del popolo”; il biopic su Judy Garland con protagonista Renée Zellweger; “Military Wives” con Kristin Scott Thomas, ispirato a una storia vera; “Western stars”, il film-documentario sull’omonimo album di Bruce Springsteen.

Ci sono poi le pellicole italiane: due in concorso – “Il ladro di giorni” di Guido Lombardi, con Riccardo Scamarcio e Massimo Popolizio, e il documentario “Santa subito” di Alessandro Piva –, e diverse nella sezione Eventi speciali.

Tornano gli Incontri ravvicinati con registi, attori e grandi personalità del mondo della cultura. Da non perdere quelli con Viola Davis e Bill Murray, che riceveranno anche i premi alla carriera. Olivier Assayas parlerà della Nouvelle Vague e della sua esperienza come critico; Ethan Cohen torna a Roma dopo il successo del 2015, quando insieme alla moglie Frances McDormand fu protagonista di un incontro seguitissimo; Edward Norton ripercorrerà col pubblico la sua brillante carriera come attore.

Tra le novità dell’edizione 2019 della Festa del cinema i format “Duel” (il titolo riprende quello di un film di Scorsese) e “Fedeltà/Tradimenti”. Nel primo, due personalità del mondo artistico, della cultura e dello spettacolo si sfidano davanti al pubblico, confrontandosi su temi legati al cinema, ai suoi protagonisti e alle sue storie. Nel secondo, noti scrittori italiani e internazionali commentano la trasposizione cinematografica di celebri opere letterarie.

E poi ci sono le mostre d’arte, gli omaggi e i restauri, le pre-aperture e i “film della nostra vita”. Un programma ricco di eventi da non perdere che rende, almeno per dieci giorni, Roma la capitale non solo d’Italia ma del mondo che ama il cinema.

 

Previous article“Il varco”: immagini di repertorio per una potente narrazione di finzione
Next articleCONSIGLI DI LETTURA DAI 6 ANNI | Tre libri “da brivido” per Halloween
Avatar
Classe 1996, marchigiana d’origine, studia comunicazione a Roma e ha trovato il modo di coniugare la passione per il cinema e quella per la scrittura... Come? Scrivendo sul e per il cinema dal 2015. Ha all'attivo diverse esperienze sul set, con registi del calibro di Matteo Garrone, e sogna un giorno di veder realizzato il suo film.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here