Festa del Cinema di Roma: giorno 3 nel segno della fantasia

Anteprime per i film “Mazinga Z – Infinity” di Junji Shimizu e “Capitan Mutanda” di David Soren

Chiunque ritenga che un uomo di mezza età con la sindrome di Peter Pan abbia un problema, se non addirittura una patologia da curare, è caldamente invitato a non andare avanti nella lettura di questo pezzo.

Chi scrive è fiero infatti di definirsi un eterno immaturo, che preferisce una serata a casa in compagnia dei cartoni animati piuttosto che un’uscita mondana, con compagni in carne ed ossa, sì, ma molto probabilmente del tutto ignoranti in tema di manga.

La mattina del terzo giorno della 12° edizione della Festa del Cinema di Roma è stata vissuta dal vostro inviato in uno stato di estasi da nerd, avendo avuto il privilegio di assistere in rapida successione alle anteprime stampe di due pellicole lungamente attese: “Mazinga Z – Infinity” di Junji Shimizu e “Capitan Mutanda” di David Soren.

A seguire le mie riflessioni/recensioni sui due film.

“Mazinga Z – Infinity”

→ “Capitan Mutanda”

 

Previous article“Tomorrow and thereafter”: il rapporto madre/figlia riletto come una fiaba
Next articleTea Usai: “Mi sento una scrittrice fantasy ma mai dire mai”
È nato in Sicilia, ma vive a Roma dal 1989. È un proprietario terriero e d’immobili. Dopo aver ottenuto la maturità classica nel 1995, ha gestito i beni e l’azienda agrumicola di famiglia fino al dicembre 2012. Nel Gennaio 2013 ha aperto il suo blog, che è stato letto da 15.000 persone e visitato da 92 paesi nei 5 continenti. “Essere Melvin” è il suo primo romanzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here