Festa del cinema di Roma: la 15° edizione tra restrizioni e grandi nomi

24 film e documentari in concorso, tanti eventi speciali e Incontri ravvicinati con attori e registi

Il coronavirus cambia il nostro modo di vivere i grandi eventi, ma non ferma i Festival cinematografici nostrani, luogo d’incontro privilegiato tra stampa, addetti ai lavori e pubblico. Dopo il successo di Venezia, è la volta della Festa del cinema di Roma, in programma dal 15 al 25 ottobre.

Il programma della 15esima edizione, presentato qualche giorno fa, contiene il consueto mix di titoli italiani e internazionali, anteprime, grandi ospiti, appuntamenti per famiglie.

Sono 24 i film e i documentari della Selezione ufficiale, 6 gli eventi speciali, 5 i titoli della sezione “Tutti ne parlano”, 14 gli Incontri Ravvicinati. E poi ci sono la Retrospettiva, i Restauri, gli Omaggi e numerosi altri eventi, come ad esempio i format Duel e Fedeltà/Tradimenti, confermati dopo il successo dello scorso anno.

Una scena del nuovo film Pixar “Soul”. 2020

Il film d’apertura della Festa del cinema è l’attesissimo “Soul” di Pete Docter, prodotto da Disney Pixar, storia di Joe Gardner, un insegnante di musica di scuola media e musicista jazz. La chiusura, invece, è affidata a “Cosa sarà” di Francesco Bruni, con Kim Rossi Stuart, Lorenza Indovina e Barbara Ronchi.

Difficile fare una selezione dei titoli più interessanti da vedere, perché le suggestioni sono davvero tantissime. In concorso segnaliamo “Ammonite” di Francis Lee, con Kate Winslet e Saoirse Ronan, già presentato a Londra; “Stardust” di Gabriel Range, biopic sul Duca bianco, David Bowie; “Estate ‘85” di François Ozon, racconto di una stagione e di un’amicizia.

“Estate ‘85” di François Ozon. 2020

Tra gli eventi speciali, il documentario “Mi chiamo Francesco Totti” di Alex Infascelli, che ripercorre la vita personale e professionale del famoso capitano della Roma. Matteo Rovere presenta invece la serie tv “Romulus” (verrà proiettato il secondo episodio), ambientata nel Lazio dell’VIII secolo a.C., in un mondo arcaico e selvaggio.

Passando agli Incontri ravvicinati, uno dei fiori all’occhiello della Festa del cinema, alcuni saranno in streaming. Il pubblico potrà incontrare, da remoto, il regista di “Soul” Pete Docter, Damien Chazelle (La La Land, Whiplash) e Werner Herzorg.

Una scena della serie tv “Romulus” di Matteo Rovere. 2020

Tra gli undici personaggi attesi fisicamente a Roma, invece, Steve McQueen, che accompagnerà la sua serie di cinque film “Small Axe”, prodotta per la BBC e distribuita da Amazon Prime, e verrà insignito del premio alla carriera; Damiano e Fabio D’Innocenzo, vincitori dell’Orso d’argento per la miglior sceneggiatura per “Favolacce” all’ultima Berlinale; i Manetti Bros. che presenteranno in anteprima alcune sequenze del loro nuovo film, “Diabolik”, interpretato da Luca Marinelli, Miriam Leone e Valerio Mastandrea.

Dal 15 al 25 ottobre la Festa del cinema di Roma promette di regalare grandi emozioni. Non mancheranno le restrizioni, ma ci auguriamo di godere comunque dieci giorni di grande cinema.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here