Al cinema | Captain Fantastic

Un film di Matt Ross. Con Viggo Mortensen, Frank Langella, Steve Zahn, Kathryn Hahn, Missi Pyle. Drammatico, 120′. 2015

Captain Fantastic, poster

Esiste un modello di famiglia migliore degli altri? E un sistema giusto ed efficace per educare i figli, formarli come futuri individui tenendoli però al riparo dalle brutture della vita?

Il regista Matt Ross ci propone la sua, di famiglia felice ideale, portando al Festival del cinema di Cannes “Captain Fantastic” e aggiudicandosi il premio per la miglior regia nella sezione “Un certain regard”.

Ben, alias Captain Fantastic (Mortensen), è il padre di sei ragazzi intelligenti e vivaci e ha deciso di farli vivere in una foresta, in simbiosi con la natura, limitando al massimo i contatti con la società. Nonostante questa scelta di vita quanto meno atipica i figli sembrano felici, uniti ed educati anche più dei coetanei.

La quiete familiare viene guastata dall’arrivo della notizia del suicidio della madre dei ragazzi, Leslie, rinchiusa in un ospedale psichiatrico in seguito a episodi di depressione e psicosi bipolare.

Viggo Mortensen è Ben, alias Captain Fantastic.
Viggo Mortensen è Ben, alias Captain Fantastic.

Ben e i ragazzi decidono di intraprendere un viaggio nel mondo esterno, per andare a rendere l’ultimo saluto a Leslie. Inizia così un road movie che è soprattutto spirituale, nel corso del quale la famiglia prenderà coscienza di ciò che la circonda. Lo stesso Ben sarà chiamato a scontrarsi con Jack (Langella), il rigido suocero, per la custodia dei figli.

“Captain Fantastic ” è un film toccante, divertente, fresco, brillante nella sceneggiatura e nei dialoghi.

La regia è pulita, diretta, dinamica, brava nel costruire un’atmosfera felice e calda, familiare.

Viggo Mortensen guida con carisma un gruppo di giovani e interessanti attori, ricreando dinamiche credibili e sincere.

Il finale, forse troppo lungo ed eccessivamente melenso, dona allo spettatore la certezza che è possibile far convivere libertà e regole, per avere una vita sana ma anche felice.

 

Il biglietto da acquistare per “Captain Fantastic” è: 1)Nemmeno regalato; 2)Omaggio; 3)Di pomeriggio; 4)Ridotto (con riserva); 5)Sempre.





Previous articleAnimali fantastici: arriva il gioco investigativo per smartphone
Next articleAl cinema | Non c’è più religione
È nato in Sicilia, ma vive a Roma dal 1989. È un proprietario terriero e d’immobili. Dopo aver ottenuto la maturità classica nel 1995, ha gestito i beni e l’azienda agrumicola di famiglia fino al dicembre 2012. Nel Gennaio 2013 ha aperto il suo blog, che è stato letto da 15.000 persone e visitato da 92 paesi nei 5 continenti. “Essere Melvin” è il suo primo romanzo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here