Festival di Cannes 2019: Palma d’oro al sudcoreano “Parasite”

Marco Bellocchio e Quentin Tarantino grandi sconfitti. C'è gloria per Banderas - e Almodovar

Cala il sipario sulla 72° edizione del Festival di Cannes – un’edizione contraddistinta da belle pellicole e pochi scandali, sia sullo schermo che sul red carpet – con l’assegnazione dei premi del concorso principale da parte della giuria presieduta Da Alejandro González Iñárritu.

La palma d’oro è stata assegnata a Parasite del regista sudcoreano Bong Joon-ho, acuta critica della società moderna e dei suoi contrasti. La migliore attrice è Emily Beecham (Little Joe), il miglior attore Antonio Banderas (Dolor y Gloria).

Tra i grandi delusi Marco Bellocchio con “Il traditore” e Quentin Tarantino con “C’era una volta a Hollywood”. La palla, come di consueto, passa adesso al pubblico pagante, che non sempre mostra di condividere le scelte delle giurie festivaliere.

A seguire tutti i premi assegnati nel concorso principale del Festival di Cannes 2019.

  • Palma d’oro: PARASITE di Bong Joon-ho
  • Grand Prix: ATLANTICS di Mati Diop
  • Miglior attore: ANTONIO BANDERAS, Dolor y Gloria di Pedro Almodovar
  • Miglior attrice: EMILY BEECHAM, Little Joe di Jessica Hausner
  • Miglior regiat: JEAN PIERRE E LUC DARDENNE, The young Ahmed
  • Premio della giuria: LES MISÉRABLES di Ladj Ly / BACURAU di Kleber Mendonca Filho e Juliano Dornelles
  • Miglior sceneggiatura: PORTRAIT OF A LADY ON FIRE di Celine Sciamma
  • Menzione speciale: IT MUST BE HEAVEN di Elia Suleiman

 

Previous article“Il traditore”: ritratto di Tommaso Buscetta, mafioso, pentito, criminale
Next articleCartoline dal Festival di Cannes 2019: Endgame
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here