“Fino all’ultimo battito”: crime, medical e drama nella fiction con Marco Bocci

Dodici episodi diretti da Cinzia TH Torrini per la storia di un medico sospeso tra etica e cuore

Una serie diretta da Cinzia TH Torrini. Con Marco Bocci, Violante Placido, Fortunato Cerlino, Bianca Guaccero, Loretta Goggi. Dramma familiare, medical drama. Italia. 2021

 

Ha preso il via giovedì su Rai 1 “Fino all’ultimo battito”, la nuova fiction in dodici episodi diretta da Cinzia TH Torrini, con Marco Bocci, Violante Placido, Fortunato Cerlino, Bianca Guaccero, Loretta Goggi. 

Diego Mancini è un cardiochirurgo tra i più giovani e stimati d’Italia. Geniale e integerrimo è considerato quasi onnipotente. Ma Diego non lo è: tutto il suo potere e la sua bravura non possono infatti nulla contro la malattia del figlio di sette anni Paolo, cardiopatico e ormai allo stremo delle forze.

Pur di salvarlo, Diego commetterà un atto impensabile, con la conseguenza di ritrovarsi ricattato e minacciato dalla malavita. Una minaccia che si estende non solo alla sua carriera ma anche alla sua stessa vita e a quella della sua famiglia.

Marco Bocci in una scena della fiction “Fino all’ultimo battito” (2021) © Foto: Federica Di Benedetto

Quanto è netto il confine tra giusto e sbagliato, tra bianco e nero? Si può commettere un gravissimo errore cercando di fare la cosa giusta? Il nuovo medical drama di casa Rai mette al centro del racconto questo tipo di domande, e un uomo sul punto di perdere tutto – la famiglia, la donna che ama, la propria dignità professionale e umana -, preda di forti dilemmi etici. 

La regista Cinzia TH Torrini, che negli anni ci ha abituato ai suoi lavori incentrai su sentimenti ed emozioni, confeziona una serie dove l’elemento medico si mescola con il crime e con il melodramma.

Fortunato Cerlino è il boss Cosimo Patruno. “Fino all’ultimo battito” (2021) © Foto: Federica Di Benedetto

Interessanti, nel novero dei personaggi, le due donne che “gravitano” intorno a Diego: la compagna Elena (Violante Placido) e Rosa Patruno (Bianca Guaccero), la bellissima nuora del boss della Sacra corona unita Cosimo, vedova del figlio ucciso in un regolamento di conti poco prima del suo arresto.

Loretta Goggi interpreta Margherita Ranieri, mamma di Elena e nonna affettuosissima di Anna e Paolo. Fortunato Cerlino è Cosimo Patruno, efferato boss della Sacra Corona Unita, che dopo dieci anni di carcere duro vuole tornare sulla piazza, a prendersi ciò che considera suo di diritto. Per farlo ha deciso di sfruttare la sua cardiopatia, insorta proprio nel periodo in carcere, per chiedere i domiciliari. Ma ha bisogno del parere di un medico qualificato e insospettabile… 

Fino all’ultimo battito (2021) © Foto: Federica Di Benedetto

A completare il cast quattro giovani interpreti, da tenere d’occhio per il futuro: Gaja Masciale interpreta la diciassettenne Anna, figlia di Elena e del primo marito, Rocco Monaco (Michele Venitucci); Michele Spadavecchia è Mino (Cosimino) Patruno, figlio di Rosa e nipote di Cosimo; Giovanni Cadone è il figlio del protagonista, Paolo; Emanuela Minno è Vanessa.

Etica e amore paterno: in una situazione estrema quale dei due prevale? E come si esce dal vortice verso l’inferno, in caso si commetta un’imprudenza? Lo scopriremo in queste sei prime serate, in una storia, ambientata in Puglia, “originale, con una forte tematica attuale, sfidante e con una grande possibilità di identificazione da parte degli spettatori”. Parola di Cinzia TH Torrini. 

Previous article“Tre piani”: Moretti cambia registro, con un film nero che disorienta
Next articleSalone del Libro di Torino: Vita Supernova dal 14 al 18 ottobre
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here