Giugno in libreria: il meglio delle nuove uscite del mese

Bill Clinton e James Patterson firmano un thriller a 4 mani. Maternità divine nel libro di Cooper

Con giugno si apre ufficialmente l’estate: periodo di vacanze, di relax, e, per molti, di letture. Complici le belle giornate, le ferie, il clima il tempo per leggere sembra, magicamente, aumentare. C’è chi ne approfitta per sfoltire la lunga lista di libri da recuperare, e chi invece preferisce puntare sulle novità.

Per tutti, c’è la nostra rubrica che passa in rassegna il meglio di quanto arriverà sugli scaffali delle librerie in questi 30 giorni. Così non correte il rischio di dimenticarne qualcuna. Tra attesi ritorni, esordi tutti da scoprire, gialli e thriller in varie sfumature.

L’asterisco indica che il libro verrà recensito su Parole a Colori

 

IL PRESIDENTE È SCOMPARSO, Bill Clinton e James Patterson

4 giugno

La Casa Bianca è la residenza del Presidente degli Stati Uniti, la persona più osservata, controllata e protetta del mondo. E allora come fa un Presidente a scomparire senza lasciare traccia? Ma, soprattutto, perché dovrebbe farlo?

 

LA CASA DEI NOMI, Colm Toibin*

5 giugno

Clitennestra vive per vendicare la morte della figlia, Ifigenia, sacrificata dal padre Agamennone agli dèi. La sua vendetta ne innescherà un’altra, e a compierla su di lei saranno i figli Elettra e Oreste. Ma le antiche divinità stanno scomparendo, e la casa un tempo popolata dei loro nomi risuona ormai a vuoto. In questo splendido romanzo di Colm Tóibín il mito classico della regina assassina e del vendicatore matricida diventa cosí una tragedia di passioni e debolezze profondamente umane.

 

FA TROPPO FREDDO PER MORIRE, Christian Frascella

5 giugno

C’è un uomo con un coltello piantato nel petto, dentro un locale a luci rosse di Torino. Fuori, un quartiere multietnico che assomiglia al mondo. A indagare sarà un investigatore destinato a lasciare il segno: Contrera, un adorabile sbruffone che nasconde dietro la battuta pronta i guai di una vita buttata all’aria con metodo. Il suo ufficio è in una lavanderia a gettoni. Tra poliziesco e commedia, Fa troppo freddo per morire è un crimedy senza molti paragoni, una miscela tutta nuova. Inizi a leggerlo e provi di tutto. Ridi, pensi, ti commuovi, segui l’indagine, poi le disavventure sentimentali del protagonista, fai insieme a lui il bilancio della tua vita, stai attento a un altro indizio. E alla fine – grazie alla qualità della scrittura – vorresti che il viaggio non fosse finito.

 

LA SCRITTRICE CHE DECISE DI VOLTARE PAGINA, Jo Platt*

7 giugno

La scrittrice Grace Waterhouse è convinta di avere proprio toccato il fondo. L’ex marito Aiden ha appena avuto un figlio dalla nuova compagna e l’ultimo romanzo che ha appena concluso è… be’ meglio non parlarne, secondo il suo agente. Scoraggiata, decide di dare un colpo di spugna sul passato e di inventarsi una nuova vita. L’occasione si presenta quando Rose, la sua collaboratrice domestica nonché confidente materna, in partenza per un lungo soggiorno in Spagna, scopre che l’amica che avrebbe dovuto fare le pulizie negli appartamenti affidati a lei, non può più sostituirla. Grace allora ha un’ispirazione folle: prenderà lei il posto di Rose. Così, ragiona, conoscerà nuove persone, abbandonerà la sua quotidianità e potrà magari trovare ispirazione per un nuovo romanzo. Ma improvvisarsi in un nuovo lavoro e cambiare vita di colpo non è facile, e quando Aiden, pentito, chiede di tornare da lei, la tentazione è forte, anche se, certo, fra i suoi nuovi “datori di lavoro” c’è un giovane avvocato, che sembra invitarla a rompere tutti i ponti con il passato…

 

LA LETTERA D’AMORE, Lucinda Riley

12 giugno

Ci sono segreti facili da smascherare e altri che restano sepolti per una vita intera. Come quello di Rose, l’anziana signora che Joanna, giovane reporter del Morning Mail, conosce durante la cerimonia di commemorazione del famoso attore Sir James Harrison. Pochi giorni dopo, Joanna riceve un plico contenente una vecchia lettera d’amore e un biglietto dalla grafia tremolante, ma è ormai troppo tardi per chiedere qualsiasi spiegazione: Rose è morta e la sua casa completamente svuotata, come se la donna non fosse mai esistita. Quando anche l’appartamento di Joanna viene messo sottosopra, la giornalista capisce che ha tra le mani una storia scottante, e la sua unica via d’uscita è scoprire la verità sui misteriosi amanti della lettera. Chi erano realmente? E perché è così importante che nessuno sappia di loro?

 

TORPEDONE TRAPIANTATI, Francesco Abate*

12 giugno

Una «comitiva di sopravvissuti»: a dieci anni esatti dal suo trapianto di fegato, Francesco viene invitato a una rimpatriata cui interverranno cento trapiantati assieme alle rispettive famiglie. È titubante, non sa se partecipare, ma alla fine, trascinato per un orecchio dalla Mamma, sale con lei sul torpedone. Acciacchi, fobie, farmaci indispensabili e piccole miserie: i protagonisti di questa gita somigliano ciascuno a una maschera della commedia, dal timido al giullare, dallo sbruffone al pauroso. In comune hanno il fatto di essere nati due volte, che è un dono immenso, ma anche una responsabilità. Quella di dover essere felici. Con la sua voce carognesca e a tratti malinconica, Abate ci racconta la storia della nostra fragilità e, al contempo, della nostra cocciuta voglia di vivere.

 

LA CITTÀ DEGLI ORSI, Fredrik Backman*

12 giugno

La gente dice che la Città degli Orsi è finita. Ma una piccola comunità è nascosta nel mezzo della foresta, in una grande radura dove gli alberi lasciano spazio a vasti prati e a un magnifico lago. Proprio lì, gli uomini che hanno fondato la città hanno costruito una pista di pattinaggio che non ha mai smesso di attrarre la gioventù dei dintorni. Ed è proprio quella pista la ragione per cui gli abitanti credono che il futuro sarà migliore del presente. La squadra giovanile di hockey sta per giocare la semifinale nazionale e hanno buone probabilità di vittoria. Tutte le speranze e i sogni della minuscola cittadina sono sulle spalle di un gruppo di adolescenti. Una responsabilità pesante per un gruppo di ragazzini, che sfocerà in un atto di violenza che lascerà una ragazzina traumatizzata e la città intera sotto shock. Vengono lanciate delle accuse che, come onde in uno stagno, crescono e contagiano tutti gli abitanti della Città degli Orsi. Se la speranza li aveva uniti, ora i segreti li separano e li mettono gli uni contro gli altri.

 

HEIDI, Francesco Muzzopappa*

14 giugno

Leggi la recensione su Parole a Colori

Hotel da incubo, Malattie imbarazzanti, Non sapevo di essere incinta non bastano. Ormai la tv chiede sempre nuovi format, sempre più paradossali, sempre più surreali. Succede anche in Videogramma, un’azienda di contenuti in cui da anni lavora Chiara, trentacinquenne milanese, direttrice casting, single, irrisolta, piena di paure e ossessioni. Il nuovo capo, detto lo Yeti, costringerà tutti i dipendenti a proporre format innovativi, pena il licenziamento immediato. Ma la situazione per Chiara si complica quando suo padre, Massimo Lombroso, un vecchio critico letterario del “Corriere della Sera” malato di demenza selettiva, viene cacciato dall’ospizio in cui è ricoverato perché ormai ingestibile. In attesa di trovare una nuova sistemazione, Chiara lo terrà in casa con sé. La convivenza però non sarà facile: lui la scambia da sempre per Heidi, il cartone animato che seguivano insieme quando lei era piccola. Tutto il suo mondo è popolato di caprette, monti e Peter. E Peter verrà ribattezzato anche il ragazzo trovato da Chiara per stare col padre quando lei è al lavoro, un giovane premuroso e preparatissimo che si prenderà cura dell’uomo fino a diventare insostituibile.

 

HIPPIE, Paulo Coelho*

14 giugno

Karla è una hippie olandese, che sogna il Nepal, Machu Pichu, il Tibet e aspetta solo di incontrare il compagno ideale per iniziare questo viaggio. Paulo, l’altro protagonista, è un giovane aspirante scrittore brasiliano: si fa crescere i capelli e gira il mondo alla ricerca della libertà, del significato più profondo dell’esistenza umana. Scambiato inizialmente per un guerrigliero, lungo il suo itinerario, Paulo viene anche arrestato dal regime militare brasiliano nel 1970. In Europa le loro strade si incontrano e insieme decidono di partire per il Nepal a bordo del Magic Bus. Sulla strada, in un susseguirsi di episodi e di storie, ci saranno anche altri personaggi, compagni occasionali destinati però a lasciare il segno. Tutti loro vivono straordinarie storie d’amore, affrontano grandi e piccole rivoluzioni e accolgono nelle loro vite quei nuovi valori che danno il senso di una generazione.

 

MEGLIO SOLE CHE NUVOLE, Alison Jane*

14 giugno

J, la protagonista di questo libro, nel mezzo del cammin della sua vita ha deciso di congedarsi dall’amore. Il suo matrimonio è fallito, non ha figli, e l’ultimo incontro con Sir Gold è stato un disastro, così come i tentativi di ritrovare le sue vecchie fiamme. J torna allora a Miami, ai cieli blu della città di vetro, agli orizzonti sfarzosi della baia di Biscayne, e si prende cura di un gatto e di un’anatra malandati mentre osserva i bizzarri inquilini del suo grattacielo e traduce brani di Ovidio. Le eroine delle Metamorfosi, trasformate dall’amore in piante, pietre o mostri, la guidano alla scoperta dei suoi sentimenti e nella ricerca di uomini da amare solo con la fantasia. Finché un giorno, scrutando il balcone del ventiduesimo piano, vede una donna dalla chioma biondo platino che lascia cadere qualcosa nel vuoto.

 

I FIGLI DI DIO, Glenn Cooper*

18 giugno

→ Leggi la recensione su Parole a Colori

Manila, Filippine. Nausea, mal di testa, uno svenimento: per sapere di cosa si tratti, Maria, una sedicenne anni che vive in una baraccopoli, affronta la lunga attesa per essere visitata da un medico volontario. La diagnosi è semplice: Maria è incinta. Ma le circostanze di quella gravidanza sono eccezionali… Maria infatti è ancora vergine. Gort, Irlanda. Da alcuni giorni, fuori della casa della famiglia Riordan si allunga una fila di persone raccolte in preghiera. Vogliono un’unica cosa: vedere e toccare la giovane Mary, una sedicenne vergine. E in attesa di un bambino. Lima, Perù. L’arcivescovo della diocesi sudamericana manda un messaggio urgente al Vaticano: uno sperduto villaggio di montagna sta diventando meta di pellegrinaggi, perché si è sparsa la voce che lì viva una sedicenne, vergine, incinta. Il suo nome è María. Sconcertato, il papa decide di affidare a Cal Donovan il compito d’incontrare le tre vergini per capire se quello che è successo loro sia un miracolo autentico.

 

PENELOPE POIROT E L’ORA BLU, Becky Sharp*

21 giugno

Un’accademica di chiara fama vuol festeggiare il compleanno con due giornate di studio, circondata da amici e professori; il borgo è quello dove Velma Hamilton, segretaria di Penelope dal sangue anarchico, trascorreva le estati dell’infanzia. Un delitto cambia tutto, come se facesse saltare un tappo; e ciascuno ritrova se stesso. Con il sangue che le scorre nelle vene, Penelope Poirot cerca l’assassino… o piuttosto è l’assassino, a cercare lei. La verità si svela al calare della luce, prima del buio della notte: nell’ora blu.

 

IL DESTINO DIVIDE. CRAVE THE MARK, Veronica Roth*

24 giugno

Il destino li ha fatti incontrare. Ora sta per dividerli. Non ci si può opporre al proprio fato. Sarebbe sciocco, oltre che inutile, perché non si può andare contro qualcosa di inevitabile. Lo sanno bene Akos Kereseth e Cyra Noavek, eppure, fin dal momento in cui è stato reso pubblico il loro, di fato, si trovano in bilico tra l’accettazione del proprio destino e il desiderio di tentare l’impossibile e cambiarlo. Akos non ha potuto fare a meno di innamorarsi perdutamente di Cyra, nonostante il suo fato preveda che lui morirà proprio al servizio della famiglia Noavek. E quando il padre di lei, Lazmet – un tiranno spietato e senz’anima che tutti avevano creduto morto -, torna alla ribalta reclamando per sé il trono degli shotet, il ragazzo si convince che la sua fine è ormai vicina. Nel momento in cui Lazmet innesca la tanto temuta guerra tra thuvhesiti e shotet, i due ragazzi sanno di non avere scelta, devono cercare di fermarlo in tutti i modi possibili. Anche se per Cyra questo potrebbe significare togliere la vita a suo padre, e per Akos perdere la propria. I due scopriranno quanto il fato che guida le loro vite possa sorprenderli in modi assolutamente inaspettati.

SIRACUSA, Delia Ephron*

28 giugno

→ Leggi la recensione su Parole a Colori

Due coppie vanno in vacanza insieme in Italia: Michael e Lizzie, raffinati newyorchesi, lui scrittore affermato e lei giornalista precaria; e Finn e Taylor, lui ristoratore e lei madre oppressiva, che vengono dal Maine e viaggiano con la figlia Snow, una bambina strana e taciturna. Non si tratta di amici di vecchia data, anzi, la confidenza è scarsa. Ben presto emergono gelosie e rivalità, attrazioni incrociate e antipatie neanche troppo celate. Finché, a complicare ulteriormente le cose, spunta da lontano, ma si fa sempre più pressante, la presenza della giovane amante di Michael. E la vacanza prende una piega inaspettata…

 

LE SORELLE DONGURI, Banana Yoshimoto

28 giugno

Guriko, rimasta orfana da ragazzina, nella solitudine della sua stanza gestisce, insieme alla sorella Donko, un sito di posta per persone in difficoltà che si chiama “Donguri shimai” (Le sorelle Donguri). Quando il messaggio di una donna che lamenta la perdita del marito induce Guriko a ripensare a Mugi, il suo primo amore, una strana forma di inquietudine la spinge a interrompere la propria clausura, ma non impiegherà molto a scoprire che l’uomo morto di cui parla l’e-mail è proprio Mugi. Ormai rassegnata e disperata, Guriko incontra Mugi in sogno e riesce a confidargli tutto ciò che non aveva mai avuto il coraggio di dirgli, trovando finalmente la serenità e il desiderio di cominciare una nuova vita.

 

IL PURGATORIO DELL’ANGELO, Maurizio De Giovanni*

28 giugno

È maggio, e la città si risveglia per avviarsi verso la stagione più bella. Eppure il male non si concede pause. Su una lingua di tufo che si allunga nel mare di Posillipo viene trovato il cadavere di un anziano prete. Qualcuno lo ha barbaramente ucciso. È inspiegabile, perché padre Angelo, la vittima, era amato da tutti. Un santo, dicono. Un fine teologo, un uomo che nella vita ha donato conforto a tante persone. Un confessore. È maggio, e anche se il sole e la luna sono un incanto, Ricciardi è più inquieto che mai. Lui ed Enrica hanno cominciato a incontrarsi, ma il commissario non può continuare a nasconderle la propria natura, il segreto che a lungo lo ha tenuto lontano da lei. È maggio, e i rapinatori sembrano diventati così abili che il brigadiere Maione rischia di perdere la testa nel tentativo di catturarli. Forse perché sente profonda la mancanza di Luca, il figlio morto, e vorrebbe spiegarlo alla moglie. Ma non è bravo con le parole. È maggio, è tempo di confessioni.

 

 

Previous article“End of justice – Nessuno è innocente”: Washington mattatore
Next article10 curiosità su “Piccole donne” che potreste non conoscere
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here