“Hawkeye”: Falchi, Vedove Nere, volti vecchi e nuovi nella serie Marvel

In streaming su Disney+ una delle migliori serie Marvel prodotte fino a oggi, ricca di azione

Una serie ideata da Jonathan Igla. Con Jeremy Renner, Hailee Steinfeld, Florence Pugh, Vera Farmiga, Brian D’Arcy, Alaqua Cox. Azione, supereroi. USA. 2021

 

Seduto in platea a vedere il musical “Rogers”, ispirato alle avventure degli Avengers: ritroviamo così Clint Barton (Renner), a New York per una breve vacanza con i figli prima di Natale. Sua moglie Laura li aspetta a casa tra qualche giorno ma la ricomparsa del costume di Ronin lo intrappolerà in una spirale di vendetta e nemici, costringendolo a posticipare continuamente la partenza.

Eppure è grazie a questa situazione che Clint incontrerà Kate Bishop (Steinfield), fumetti alla mano la persona destinata a succedergli come Occhio di Falco. Uniti da una sorte avversa – e dal golden retriever con un occhio solo, Lucky the pizza dog –, i Falchi stringeranno un intenso legame, tanto che si potrebbe pensare che Clint diventi la figura paterna che manca alla giovane.

Ma andiamo con ordine. Nella nostra analisi della serie in sei puntate “Hawkeye”, disponibile su Disney+, non mancheranno gli spoiler. Lettore avvisato…

 

QUALCHE PILLOLA SULLA STORIA

La Tracksuit Mafia, un’organizzazione criminale newyorkese, vuole uccidere Ronin (che ricordiamo, nella fase post-Blip, altri non era che lo stesso Clint. Ma adesso?). Clint e Kate cercheranno a più riprese di impedirglielo.

Maya Lopez/Echo in un’immagine dei fumetti.

A capo dell’organizzazione sembra esserci Maya Lopez – aka Echo -, nipote del boss che abbiamo già incontrato in “Daredevil”, che vuole farsi giustizia per l’uccisione del padre. In realtà, nel corso degli episodi, scopriremo che è il temibile Wilson Fisk/Kingpin (Vincent D’Onofrio) a tirare le fila.

I Falchi saranno quindi accerchiati su più fronti, con il ritorno della Vedova Nera – di cui parleremo più avanti –, intrighi, misteri e identità nascoste.

 

IL MONDO DOPO GLI AVENGERS

Clint Barton ha rivestito a più riprese il ruolo di mentore nella storia degli Avengers. Adesso il suo arco narrativo lo porta a esserlo per Kate, che sembra destinata a raccoglierne il testimone. Questo conferma le intenzioni della Marvel per la Fase Quattro: introdurre nuovi, giovani personaggi che formino poi una squadra e prendano il posto degli Avengers originari.

Kate è il nuovo Occhio di Falco; con She Hulk Bruce avrà una controparte femminile; Sam Wilson è il nuovo Capitan America; Yelena Belova è la nuova Vedova Nera.

 

FALCHI E VEDOVE NERE

In “Black Widow” (2021) abbiamo conosciuto Yelena Belova (Pugh), la “sorellina” di Natasha Romanoff (che ricordiamo si è sacrificata in “Endgame” per ottenere la Gemma della Mente), un’assassina addestrata come lei nella Stanza Rossa.

Nella scena post-credit del film, la giovane viene assoldata dalla Contessa Valentina (interpretata da Julia Louis-Dreyfus, che abbiamo già visto nella serie “The Falcon and the Winter Soldier”) per uccidere Clint e vendicare così la morte della sorella.

La nuova Vedova Nera fa la sua comparsa nel quarto episodio di “Hawkeye”, “Siamo partner, no?”. Se tra lei e Clint non corre buon sangue, con Kate Yelena instaura un rapporto comico destinato a consolidarsi nel futuro. Ed ecco di nuovo formata la nostra coppia: un Falco e una Vedova.

 

A CASA PER NATALE

Ricca di azione e scontri, la puntata finale di “Hawkeye”, “Buon Natale a me!”, avvicina Yelena a Clint, con un confronto toccante. Dopo aver citato Natasha almeno una volta a episodio, i due comprendono di essere legati indissolubilmente dalla perdita e dal debito nei confronti della Vedova.

Confronti in famiglia anche per Kate, che finisce per denunciare la madre Eleanor (Vera Farmiga), e Maya, che in apparenza sembra aver ucciso lo zio Kingpin, ma ci saranno sicuramente sviluppi nella sua serie da solista.

Sconfitti tutti i nemici e regolati i conti a New York, Clint invita Kate a casa sua per Natale. Qui Clint dona alla moglie Laura un orologio rubato dalla Tracksuit Mafia, appartenente alla donna. Ruotandolo, possiamo vedere lo stemma dello SHIELD e il numero 19, corrispondente a Mockingbird, Agente 19. Confermata quindi l’identità della Laura Barton dei fumetti.

La scena post-credit, per quanto vivace e gioiosa, è in questo caso alquanto deludente. Nessun colpo di scena o nuovo spunto, solo il sottofondo della canzone del musical “Rogers” e gli auguri ai fan di un buon Natale.

 

Per ciò che riguarda il futuro, vari rumor indicano la presenza di Clint Barton nel progetto Avenger della West Coast, di cui faranno parte anche Yelena, Kate e molti altri. Jeremy Renner ha confermato.

“Hawkeye” è tra le miglior serie Marvel viste fino a oggi, seconda solo a “WandaVision” a mio modesto parere – lì la complessità della trama e la bravura di Elizabeth Olsen hanno fatto veramente la differenza. Tra nostalgia del passato, vecchi eroi e (tanti) volti nuovi, un altro colpo messo a segno.

Previous articleWEEKEND AL CINEMA | 5 nuove uscite dal 23 dicembre 2021
Next article“Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto”: un sequel riuscito, divertente e serio insieme
Classe 1996, marchigiana d’origine, studia comunicazione a Roma e ha trovato il modo di coniugare la passione per il cinema e quella per la scrittura... Come? Scrivendo sul e per il cinema dal 2015. Ha all'attivo diverse esperienze sul set, con registi del calibro di Matteo Garrone, e sogna un giorno di veder realizzato il suo film.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here