Helena Janeczek vince il Premio Strega con “La ragazza con la leica”

Dopo 15 anni una scrittrice torna ad aggiudicarsi il riconoscimento. Primo successo per Guanda

Aria di novità, al Premio Strega. Nella notte romana ad aggiudicarsi il prestigioso riconoscimento è stata Helena Janeczek con “La ragazza con la Leica“, racconto della vita di una ragazza ribelle e carismatica, Gerda Taro.

L’autrice tedesca naturalizzata italiana ha ottenuto 196 voti, precedendo Marco Balzano (“Resto qui“, Einaudi), che si è fermato a quota 144 preferenze. A seguire Sandra Petrignani (“La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg“, Neri Pozza) con 101 preferenze, Carlo D’Amicis (“Il gioco“, Mondadori) con 57 e Lia Levi (“Questa sera è già domani“, Edizioni E/O) con 55.

“Sono felicemente sconvolta, penso che abbia vinto Gerda, senza di lei non sarei arrivata qui – ha dichiarato la Janeczek. Quello che volevo fare con questo libro è cercare di fare quello che fanno per noi le foto ricordo: far rivivere qualcuno.”

Dopo quindici anni una scrittrice torna a vincere quello che è a tutti gli effetti il premio letterario più ambito e discusso d’Italia – l’ultima in ordine di tempo era stata Melania Mazzucco con “Una vita”, nel 2003.

Primo successo per Guanda, dopo anni di strapotere delle case editrici del gruppo Mondadori, e anche questo, a ben vedere, fa notizia. Albo d’oro alla mano, dal 2000 a oggi erano state 6 le vittorie di Mondadori, 5 quelle di Einaudi, 3 quelle di Rizzoli, 2 quelle di Bompiani e Feltrinelli. Che sia iniziata una nuova era in Italia anche per ciò che riguarda i premi letterari? Staremo a vedere.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here