di Paola Calefato

 

Bentrovati, lettori di Parole a Colori! L’autunno è davvero arrivato, e con lui il clima pazzerello. Ma per chi ama la lettura questa è una grande stagione, quella delle serate sul divano, copertina e romanzo alla mano.

Sono sempre io, Paola di My Po Blog, e come ogni mese vi tengo compagnia con i consigli di lettura. Come di consueto tre titoli, tra case editrici indipendenti e grandi nomi del settore, bestseller e capolavori nascosti. E chissà che qualcuno di questi libri non sia adatto anche come regalo di Natale….

 

Il primo consiglio è Lungo petalo di mare di Isabel Allende edito da Feltrinelli. Ancora una volta l’autrice de “La casa degli spiriti” porta in libreria una vicenda del passato, vera ed emozionante, che riesce a rivolgersi anche al presente, portando a riflettere sul Sud America e la sua storia.

1939. Alla fine della Guerra civile spagnola, il giovane medico Víctor Dalmau e la pianista Roser Bruguera sono costretti, come altre migliaia di spagnoli, a scappare da Barcellona. Attraversati i Pirenei, a Bordeaux, fingendosi sposati, riescono a imbarcarsi a bordo del Winnipeg, il piroscafo preso a noleggio da Pablo Neruda per portare più di duemila profughi in Cile, in cerca di quella pace che non è stata concessa loro in patria. Lì hanno la fortuna di essere accolti con benevolenza e riescono presto a integrarsi. Quando il golpe del 1973 fa cadere il presidente Salvador Allende, però, si ritroveranno ancora una volta in esilio…

Consigliato a: chi vuole conoscere le storie di coloro non hanno più potuto definire “casa” alcun luogo.

 

Il secondo consiglio è La libertà possibile, romanzo d’esordio di Margaret Wilkerson Sexton edito da Fazi. Tre generazioni, tre destini e tre epoche a confronto per raccontare la faticosa conquista della libertà da parte dei membri di una famiglia di colore, oltre i pregiudizi sociali e le aspettative dei familiari, fra sogni infranti e porte che invece si aprono.

1944, New Orleans. Evelyn proviene da una delle più rispettate famiglie della città e quando si innamora di Renard, un ragazzo qualsiasi, senza soldi e dal futuro incerto, in casa scoppiano le tensioni. Le riserve della famiglia di lei e la decisione di lui di partire per la guerra come volontario metteranno alla prova la relazione tra i due. Negli anni Ottanta, la figlia di Evelyn, Jackie, è una madre single: il marito Terry è andato via di casa nel tentativo di combattere la sua tossicodipendenza, lasciando soli lei e il figlio T.C. L’inaspettato ritorno dell’uomo sconvolge la ritrovata normalità di Jackie, la quale è lacerata dall’idea di dargli un’altra opportunità. Nel 2010, in una New Orleans che porta ancora i segni dell’uragano Katrina, il venticinquenne T.C. è appena uscito di prigione quando il suo amico Tiger gli propone un “grande affare”. L’arrivo di un figlio sconvolgerà i piani del ragazzo, ma non il giro di eventi che ormai si è innescato.

LEGGI ANCHE: La recensione di “La libertà possibile”

Consigliato a: chi non ha paura di guardare negli occhi il passato – e il presente! – degli Stati Uniti, fatto di disuguaglianza e ingiustizia.

 

L’ultimo consiglio di novembre è pensato per un pubblico di tutte le età, grandi e piccini dai  6 anni in su. Si tratta di La bambina giurassica di Anna Vinci, edito da Mondadori. Una storia dolce che sa di sogno, di infanzia.

Vista da fuori Vannina sembra una bambina sicura di sé e molto giudiziosa, ma sotto sotto nasconde tante piccole paure e una passione incontenibile: i dinosauri! Sa tutto di loro, li disegna in continuazione e li colleziona sotto forma di pupazzi. Cosa succederebbe se riuscisse, con una parola magica, a farli apparire davvero?

Consigliato a: chi si sente un eterno bambino.

 

E anche per questo mese mi fermo qui, ma tenetevi pronti, perché prima di mandare la letterina a Babbo Natale dovrete assolutamente leggere i miei consigli di lettura di dicembre su Parole a Colori.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here