I FANTASTICI 4 | I peggiori finali della storia del cinema recente

Ogni settimana una selezione di pellicole a tema, tra film cult, volti noti e nomi da scoprire o riscoprire

di Concetta Piro

 

Lunedì 20 maggio, alle 3:00 del mattino, in contemporanea mondiale, è andato in onda l’ultimo episodio di “Game of thrones”, la serie cult ispirata ai romanzi dello statunitense George R.R. Martin.

Otto stagioni e una macchina produttiva mastodontica per quello che è diventato un vero e proprio fenomeno globale. Eppure il finale dell’ottava e ultima stagione ha lasciato più di qualche perplessità, tanto che è stata lanciata una petizione online per riscriverlo.

Non è la prima volta, che i titoli di coda scorrono tra lo sconcerto – o l’ira – dei fan. Anche il cinema ci ha regalato la sua buona dose di finali infelici. Ne parliamo nel nostro appuntamento con “I Fantastici 4, la rubrica settimanale dedicata al consiglio di pellicole a tema.

 

A.I. INTELLIGENZA ARTIFICIALE

di Steven Spielberg. Con Haley Joel Osment, Jude Law, Frances O’Connor, Sam Robards, Jake Thomas, Daveigh Chase. Fantascienza, 146′. USA 2001

La storia futuristica d’un androide bambino capace di provare sentimenti – basato su un progetto di Stanley Kubrick e tratto da un racconto del 1969 – si avvale di effetti speciali innovativi, ma non è stato il blockbuster che regista e produttori speravano. Colpa anche del finale, che per quanto profondo, ha lasciato il pubblico con l’amaro in bocca.

 

SIGNS

di M. Night Shyamalan. Con Mel Gibson, Joaquin Phoenix, Rory Culkin, Cherry Jones, Abigail Breslin, M. Night Shyamalan. Fantascienza, 106′. USA 2002

Uno dei finali fantascientifici più banali di sempre, per la pellicola diretta da M. Night Shyamalan e interpretata da Mel Gibson e Joaquin Phoenix. Questa volta l’invasione aliena della Terra viene fermata niente meno che da un bicchier d’acqua – e no, non stiamo scherzando.

 

IO SONO LEGGENDA

di Francis Lawrence. Con Will Smith, Alice Braga, Dash Mihok, Charlie Tahan, Willow Smith, Salli Richardson-Whitfield. Azion, 101′. USA 2007

New York, 2012. Un virus ha ucciso tutti gli uomini e li ha trasformati in vampiri. La città è deserta, e l’unico sopravvissuto è il Dottor Robert Neville (Will Smith), scopritore di un possibile siero che potrebbe salvare l’umanità. Il film, basato sull’omonimo romanzo del 1954 di Richard Matheson, si differenzia dall’originale anche per il finale. Ma l’estremo sacrificio di Neville non ha convinto tutti i fan…

 

IL CAVALIERE OSCURO

di Christopher Nolan. Con Christian Bale, Heath Ledger, Gary Oldman, Michael Caine, Aaron Eckhart, Maggie Gyllenhaal. Azione, 152′. USA 2008

Fu l’insicurezza, stando alle parole dello stesso Nolan, a spingerlo a inserire, nel finale del secondo capitolo della trilogia del Cavaliere oscuro, il personaggio di Due facce/Harvey Dent. Una decisione che ha diviso i fan, visto il poco spazio riservato a questo promettentissimo personaggio. Il film sarebbe stato meglio senza di lui, visto che un Cattivo con la ci maiuscola (aka il Joker) già c’era? Non lo sapremo mai.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here