I FANTASTICI 4 | Omaggio a Daria Nicolodi, la musa di Dario Argento

Ogni settimana una selezione di pellicole a tema, tra film cult, volti noti e nomi da scoprire

È scomparsa il 26 novembre, all’età di 70 anni, Daria Nicolodi, attrice e sceneggiatrice, famosa in particolar modo per i film di genere thriller e horror girati nel periodo del sodalizio sentimentale e artistico col regista Dario Argento.

Nata a Firenze il 19 giugno 1950, con all’attivo esperienze non solo in ambito cinematografico ma anche televisivo, la Nicolodi è stata sicuramente una dark lady del cinema italiano.

Nel nostro appuntamento con “I Fantastici 4”, la rubrica settimanale dedicata al consiglio di pellicole a tema, abbiamo voluto omaggiarla attraverso le sue quattro interpretazioni più suggestive e memorabili.

 

UOMINI CONTRO

di Francesco Rosi. Con Gian Maria Volonté, Pier Paolo Capponi, Alain Cuny, Franco Graziosi, Mark Frechette. Guerra, 100′. Italia 1970

In una trincea della Prima guerra mondiale, un sadico generale non si cura del buonsenso e manda allo sbaraglio i suoi soldati, facendoli inutilmente massacrare dal fuoco nemico. Nel caos, due sotto-ufficiali prenderanno coscienza delle aberrazioni belliche… La Nicolodi interpreta una crocerossina ed è uno dei suoi primi approcci con il cinema impegnato.

 

PROFONDO ROSSO

di Dario Argento. Con David Hemmings, Clara Calamai, Macha Méril, Eros Pagni, Giuliana Calandra, Gabriele Lavia. Giallo, 123′. Italia 1975

Dopo essere stato testimone di un omicidio, il giovane pianista Marc Daly si mette a indagare per conto proprio. Ad aiutarlo c’è l’amica Gianna, interpretata proprio da Daria Nicolodi. Man mano che le indagini proseguono tutti quelli che potrebbero aiutarlo nella risoluzione del mistero rimangono vittime dell’efferato killer…

 

SUSPIRIA

di Dario Argento. Con Flavio Bucci, Alida Valli, Stefania Casini, Jessica Harper, Miguel Bosé, Barbara Magnolfi. Horror, 97′. Italia 1977

Vicedirettrice dell’accademia di danza di Friburgo dove la giovane Susy decide di iscriversi, la Nicolodi resta leggermente defilata in quello che è considerato, insieme a “Profondo rosso”, il capolavoro di Dario Argento. La Nicolodi ha anche collaborato nella realizzazione del film, curandone con Argento la sceneggiatura, introducendo elementi di alcune fiabe come “Alice nel Paese delle meraviglie”,  “Biancaneve”, “Barbablù” e “Pinocchio”, ma in particolare i racconti di sua nonna Yvonne Loeb

 

SHOCK

di Mario Bava. Con John Steiner, Ivan Rassimov, Daria Nicolodi, David Colin Jr. Horror, 97′. Italia 1977

Protagonista assoluta di questo classico spaventoso di Mario Bava, Daria Nicolodi interpreta Dora, la madre di un bambino che alla morte del padre inizia a soffrire di allucinazioni sempre più violente. Alla fine, la donna arriverà a pensare che il piccolo sia posseduto dallo spirito del padre scomparso…

Previous articleNetflix: il meglio delle nuove uscite di dicembre 2020
Next article“Il fratello”: recensione del nuovo romanzo di Jo Nesbø
Nata a Napoli, a otto anni si trasferisce in provincia di Gorizia dove si diletta di teatro. Torna nella sua amata città agli inizi del nuovo millennio e qui si diploma in informatica e comincia a scrivere - pensieri, racconti, per poi arrivare al primo romanzo, "Anime". Nel frattempo ha cambiato di nuovo città e scenario, trasferendosi nelle Marche. Oggi conduce per RadioSelfie.it "Lo chiamavano cinema", un approfondimento settimanale sulla settima arte, e scrive articoli sullo stesso tema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here