I FANTASTICI 4 | Omaggio a Jessica Chastain, fresca vincitrice dell’Oscar

Ogni settimana una selezione di pellicole a tema, tra film cult, volti noti e nomi da scoprire

Il riconoscimento era nell’aria, e l’Academy non ha deluso le aspettative. A pochi giorni dal suo 45 compleanno, e alla terza candidatura, Jessica Chastain ha festeggiato in grande stile, aggiudicandosi l’Oscar come migliore attrice per “Gli occhi di Tammy Faye”.

Nata a Sacramento, in California, il 24 marzo 1977, Jessica Chastain ha debuttato a teatro nel 1998 in “Romeo e Giulietta”, ottenendo poi una borsa di studio per la prestigiosa Juilliard School di New York. Il primo film risale al 2008 (Jolene) ma la notorietà è arrivata qualche anno dopo, nel 2011, con “The tree of life”.

Apprezzata da pubblico e critica, poliedrica e impegnata anche nel sociale, non potevamo non celebrare Jessica Chastain a nostro modo, ovvero attraverso i film, nel nostro appuntamento con “I Fantastici 4”, la rubrica dedicata al consiglio di pellicole a tema. 

 

ZERO DARK THIRTY

di Kathryn Bigelow. Con Jessica Chastain, Jason Clarke, Joel Edgerton, Jennifer Ehle, Mark Strong. Thriller, 157′. USA 2012

La seconda candidatura all’Oscar dopo quella per “The tree of life” arriva con il film di Kathryn Bigelow “Zero Dark Thirty”. Qui Jessica Chastain interpreta Maya Harris, un’analista della CIA impegnata a dare la caccia a Osama Bin Laden. Il film copre un arco temporale di oltre dieci anni, dal 2001 al 2011, ed è basato sulla vera attività dei servizi segreti, che ha portato all’individuazione e all’uccisione dell’allora numero uno di Al Qaida. 

 

LA SCOMPARSA DI ELEANOR RIGBY

di Ned Benson. Con Jessica Chastain, James McAvoy. Drammatico, 100′. USA 2013

Eleaonor è a bordo della sua bici e sta attraversando uno dei ponti di Manhattan. Ha lo sguardo assente, poi si ferma, scavalca le ringhiere e si getta nel fiume Hudson. Sopravvissuta al tentativo di suicidio, si trasferisce a casa dei genitori e decide di iscriversi nuovamente al college proprio mentre nella sua vita riappare qualcuno che non si sarebbe mai aspettata di vedere. Il film è stato presentato al Festival di Toronto 2013 in anteprima mondiale diviso in due parti (Lui, Lei) e successivamente rimontato come un unico lungometraggio per la distribuzione in sala. Non ha avuto il successo sperato, ma la performance della Chastain è toccante.

 

MISS SLOANE – GIOCHI DI POTERE

di John Madden. Con Jessica Chastain, Mark Strong, Gugu Mbatha-Raw, Alison Pill, Michael Stuhlbarg. Drammatico, Thriller, 132′. USA 2016

Nel mondo dei power-broker e dei mediatori politici, dove le poste in gioco sono altissime, Elizabeth Sloane è una lobbista straordinaria, la più ricercata a Washington. Famosa per la sua astuzia e una lunga storia di successi, ha sempre fatto qualsiasi cosa per vincere, ma quando deve affrontare l’avversario più potente della sua carriera, scopre che la vittoria può costarle un prezzo troppo alto. Pellicola tesa e coinvolgente in cui Jessica Chastain si impone interpretando una donna dalla grinta incrollabile.

 

MOLLY’S GAME

di Aaron Sorkin. Con Jessica Chastain, Idris Elba, Kevin Costner, Michael Cera, Jeremy Strong. Biografico, Drammatico, 140′. USA 2017

Nel 2004, la giovane Molly Bloom, ex sciatrice olimpionica del Colorado, sbarca a Los Angeles in cerca di avventure prima di iniziare gli studi. Per guadagnarsi da vivere comincia a lavorare come semplice assistente di un organizzatore di partite clandestine di poker ma poi, licenziata senza giusta causa, decide di creare la sua società. Star di Hollywood, miliardari, campioni dello sport subito accorrono. Il successo è immediato e vertiginoso. Accerchiata dagli agenti dell’FBI decisi a fermarla, minacciata dalla mafia russa desiderosa di fare man bassa sulla sua attività e tormentata dalle celebrità preoccupate di essere tradite, Molly si ritrova tra tanti fuochi. Accusata di organizzazione illegale del gioco, la principessa del poker eviterà, infine, la prigione con l’aiuto di un avvocato di talento.

Previous article“Don Matteo”: Terence Hill lascia il ruolo nella 13° stagione della fiction
Next article“Troppo cattivi”: un gangster movie animato, divertente e brioso
Nata a Napoli, a otto anni si trasferisce in provincia di Gorizia dove si diletta di teatro. Torna nella sua amata città agli inizi del nuovo millennio e qui si diploma in informatica e comincia a scrivere - pensieri, racconti, per poi arrivare al primo romanzo, "Anime". Nel frattempo ha cambiato di nuovo città e scenario, trasferendosi nelle Marche. Oggi conduce per RadioSelfie.it "Lo chiamavano cinema", un approfondimento settimanale sulla settima arte, e scrive articoli sullo stesso tema.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here