I FILM TV DELLA SETTIMANA | Il cinema visto dal divano di casa

Anche dicembre è arrivato, e mentre le città di riempiono di luci, decorazioni, abeti di tutte le forme e dimensioni, continuano i nostri appuntamenti con “I film tv della settimana – Il cinema visto dal divano di casa”, la rubrica che ogni sette giorni passa in rassegna per voi la programmazione televisiva.

Oggi vi proponiamo tre pellicole per tre serate da passare al calduccio. Film dai registi molto diversi, ma uniti da un comune denominatore: le emozioni, siano queste positive o negative.

Buona visione!

 

Lunedì 5 Dicembre | Rai 2 | 21.10 |

COME D’INCANTO

di Kevin Lima. Con Amy Adams, Patrick Dempsey – Fantastico, 107’, 2007

come d'incanto

Fiabesco. Ironico. Colorato.

Nel regno animato di Andalasia, la giovane Giselle incontra il suo principe azzurro, Edward. I due si innamorano all’istante e decidono di convolare a nozze il mattino seguente. La perfida Narissa, matrigna di Edward e regina di Andalasia, tuttavia vuole impedire questo matrimonio, preoccupata di perdere la corona. Con l’inganno fa precipitare quindi Giselle in un pozzo, verso “un luogo in cui nessuno vive felice e contento”: New York. Trasformata in una ragazza in carne e ossa, Giselle trova ospitalità in casa di uno scettico avvocato divorzista, che la aiuterà a vivere la sua favola. “Come d’incanto” è a metà tra il cartone animato e il live action. Una commedia divertente che ironizza sui vari topos della Disney, portando principi e principesse quasi al livello della caricatura. Il “c’era una volta…” viene sostituito da una realtà contemporanea ormai disillusa. La conclusione, però, anche qui ribadisce la possibilità del lieto fine.

 

Martedì 6 Dicembre | Rai 4 | 21.05 | Prima tv |

THE GIVER – IL MONDO DI JONAS

di Phillip Noyce. Con Maryl Streep, Jeff Bridges, Brenton Thwaites – Fantascienza, 97′, 2014

the giver

Omologato. Emotivo. Ribelle.

In un futuro imprecisato la società conduce una vita “perfetta”, immemore di sé e priva di emozioni, senza colori e con il coprifuoco. Tutto è controllato e asettico, e ognuno ricopre il ruolo che gli Anziani decidono di affidargli dopo l’adolescenza. Il giorno del suo compleanno Jonas viene incaricato di diventare il prossimo Accoglitore di Memorie, il cui fardello è appunto quello di custodire le memorie dell’umanità. La conoscenza della bellezza e della bruttezza del mondo lo portano alla consapevolezza della falsità che sta vivendo e al desiderio di scardinare l’ordine prestabilito. Tratto dal popolare romanzo di Lois Lowry, “The giverIl mondo di Jonas” è un film sul “sentire”, inteso sia come sensazione sia come sentimento, qualcosa di interiore e di empatico che si nutre di ricordi per non perdere ciò che per alcuni contraddistingue l’essere umano: il libero arbitrio.

 

Venerdì 9 Dicembre | Rai Movie | 21.20 | Prima tv |

TORNERANNO I PRATI

di Ermanno Olmi. Con Claudio Santamaria, Alessandro Sperduti – Drammatico, 80′, 2014

torneranno i prati

Gelido. Vitreo. Bollente.

Prima guerra mondiale. Durante una nottata sugli altipiani innevati, un gruppo di militari combatte a pochi metri dalle trincee austriache. Tutto scorre pallido e senza vita, intervallato da attacchi improvvisi e dal trillo del telefono che segnala l’arrivo di qualche ordine insensato impartito da lontano. Questi rimangono i pochi momenti in cui si rompe il silenzio, così come quando arriva la posta, l’unica occasione in cui ai volti spenti di quegli uomini viene associato un nome. “Torneranno i prati” è un film essenziale, senza trama, così vero che sembra condurci proprio al fronte nord-est. È una musica malinconica color seppia, che parla dell’orrore e dell’assurdità di una guerra realmente avvenuta. La regia è così potente che cala lo spettatore in questa desolazione, lasciandolo solo con se stesso, intento come a fissare un soffitto troppo vicino e opprimente.





LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here