I tre moschettieri mettono mano alle spade… sul piccolo schermo

di Simona Quadri

 

Il mese di dicembre si annuncia ricco di novità per ciò che riguarda grande e piccolo schermo. Una di queste è l’arrivo in Italia della nuova rivisitazione televisiva del celebre romanzo di Alexandre Dumas, “I tre moschettieri”.

La serie originale britannica, The Musketeers, è andata in onda su BBC ONE a partire dal gennaio 2014. Il consenso di pubblico è stato così ampio che i produttori, dopo soli 3 episodi, hanno deciso subito di rinnovare per una seconda stagione.

La sceneggiatura prende spunto dal romanzo omonimo del francese Alexandre Dumas padre, scritto nel 1844 e originariamente pubblicato a puntate sul giornale Le Siècle. Athos, Porthos e Aramis sono gli indimenticabili tre moschettieri del titolo, a cui si aggiunge all’inizio della storia il protagonista del romanzo, D’Artagnan, un giovane guascone in cerca di avventure nella Parigi del 1600.

L’enorme successo riscosso dal romanzo fino ai giorni nostri è testimoniato dal fatto che nel corso degli anni la trama originaria ha subito una lunga serie di adattamenti, dando vita a pellicole hollywoodiane con budget stellari, musical, cartoni animati per la tv e film d’animazione meno noti; in tutto, si contano non meno di venti produzioni di ogni genere pensate per il mondo dello spettacolo.

Quest’immensa opera letteraria, una delle più famose e tradotte della letteratura francese, dal 12 dicembre tornerà a far sognare il pubblico italiano, attraverso un serie che promette di rendere giustizia al delizioso mix di vicende storiche e romanzesche, di avventure e idilli, di duelli e burle di cui l’originale trama è intrisa.

La prima stagione de “I tre moschettieri” è composta da 10 episodi, girati interamente a Praga. La sceneggiatura è opera di Adrian Hodges (già autore delle serie Sci-fi Primeval e Survivors). I produttori ritengono che a questa nuova versione delle avventure di Athos, Porthos, Aramis e D’Artagnan non manchi proprio nulla: giovani aitanti dalla battuta sempre pronta, che promettono di far breccia nel cuore delle telespettatrici, ma anche dame affascinanti, e non sempre innocenti, che rendono la trama ancor più ricca, aggiungendo quella nota di sentimentalismo e malizia che non può mancare. Gli spadaccini più famosi della storia, insomma, promettono di far restare incollati alla poltrona con le loro nuove avventure, e la loro sete di giustizia.

Nel cast figurano anche Peter Capaldi (l’attuale Doctor Who) che avrà l’onore di ricoprire il ruolo del machiavellico Cardinale Armand Richelieu, e Santiago Cabrera (Heroes) che sarà invece Aramis.

In attesa di avere notizie sulla seconda stagione della serie, che dovrebbe arrivare in Inghilterra e negli States il prossimo anno, non perdetevi il primo episodio della versione italiana, che sarà trasmesso in chiaro il 12 dicembre alle ore 21 su Italia 1. In attesa della messa in onda, perché non fare un ripasso della trama originale, rileggendo il romanzo che ha incantato i lettori di tutto il mondo?

Buona visione, al grido di Uno per tutti, tutti per uno!

 

Previous articleAll the World’s Futures: svelato il tema della Biennale di Venezia 2015
Next article“Il segreto di un buon book blog? La fiducia tra blogger e lettori!”
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here