Ispirazione cercasi: 5 modi per trovare nuove idee per un libro

di Barbara Pastorelli

 

A tutti gli autori, in erba e non, è capitato almeno una volta nella vita di imbattersi nel classico blocco dello scrittore. Fanno riflettere, a questo proposito, le parole dell’israeliano Amoso Oz: “Provavo una certa invidia verso mio padre. Diversamente da quanto succede a me, non si ritrovava mai a fissare un unico foglio bianco e beffardo, piazzato al centro di un arido piano di lavoro come un cratere sulla superficie lunare. Soltanto il vuoto, la disperazione e tu”.

Quando accade questo, quando tutto ciò che ci circonda rappresenta un ostacolo e un impedimento per l’ispirazione che non vuole proprio arrivare, ecco 5 semplici metodi che possono aiutare a superare questa fase critica.

 

1. ANDARE A FARE UNA PASSEGGIATA

Quando l’ispirazione non arriva e nella testa vi martella un’unica domanda – “E adesso cosa scrivo?” – uno dei rimedi che aiuta a distrarsi e a non buttarsi giù di morale è alzarsi subito dalla sedia e uscire fuori a fare una bella passeggiata all’aria aperta. Uno studio eseguito da alcuni ricercatori di Stanford ha dimostrato che camminare stimola la creatività, qualcosa che visionari come Steve Jobs e Thomas Jefferson sembravano aver capito da tempo. Camminare in un parco ammirando il paesaggio, la natura, l’atmosfera che vi circonda, i suoni e gli odori aiutano a sviluppare le idee.

2. DARSI AL FREE-WRITING (O SCRITTURA LIBERA) 

Un modo per superare le crisi di ispirazione può quello di prendere un foglio di carta o aprire una pagina di un qualsiasi programma di editor, impostare un timer di 10-15 minuti e iniziare a scrivere tutto quello che vi passa per la mente in quel preciso momento, senza preoccuparvi della forma, della sintassi, degli errori, della grammatica. Quello che è importante è scrivere, scrivere, scrivere e non fermarsi finché le idee, gli stimoli, e il tempo, non si esauriscono. Lo scrittore Joel Friedlander ricorda la sua esperienza con la scrittura libera e afferma che i risultati sono imprevedibili: ricordi, immagini, personaggi e storie cominciano a riversarsi sulla pagina e alla fine il risultato ottenuto può lasciare esterrefatti.

3. LEGGERE

Nel suo libro On Writing, Stephen King ha scritto: “Se volete fare gli scrittori, ci sono due esercizi fondamentali: leggere molto e scrivere molto. Non conosco stratagemmi per aggirare questa realtà, non conosco scorciatoie”. Leggere è il punto di partenza per la scrittura e chi non lo fa avrà sicuramente molte difficoltà a diventare un bravo scrittore. Dalla lettura di un libro si traggono spunti e idee e si imparano i segreti per la giusta descrizione di un particolare o di un episodio chiave per un futuro racconto o romanzo.

4. STACCARSI DAI CELLULARI E DA INTERNET

Quando si è alla ricerca dell’ispirazione la cosa migliore da fare è scollegare la mente da tutto, soprattutto dalla rete, dal web, dal cellulare, e dedicarsi soltanto alla scrittura, in tranquillità e silenzio. I social network, la posta elettronica, la chat, il telefonino non aiutano a superare l’ostacolo insormontabile che è la mancanza di idee. Se riuscissimo anche solo per qualche ora a dominare il desiderio di navigare sul web, rispondere a messaggi e via dicendo, e a ritagliarci uno spazio tutto nostro nel quale parlare con noi stessi, comunicare con emozioni e pensieri, alla fine troveremo la strada giusta che ci aiuterà a tornare al nostro foglio bianco e a iniziare a scrivere quello che è rimasto in sospeso.

5. OSSERVARE E PRENDERE NOTA

Un’altra tecnica che può aiutare uno scrittore a trovare nuove le idee è sedersi da soli in un caffè, in un bar, o in qualche altro luogo pubblico, con un notebook o un blocco di carta e passare anche solo venti-trenta minuti a guardare la gente. Se si inizia a osservare il modo in cui le persone parlano, i gesti che compiono, i vestiti che indossano e ad ascoltare le loro conversazioni, tutto prenderà forma e immaginare una situazione differente, un luogo colorato e magico in cui stravaganti personaggi si muovono come su un palcoscenico sarà semplice.


A voi la parola, amici scrittori. Cosa ne pensate di questi consigli per trovare nuove idee per un libro e superare così il blocco dello scrittore? Avete il vostro personale metodo, per attingere dal mondo che vi circonda spunti e suggestioni? Siamo davvero curiosi di conoscerli!

 

Previous articleStazione d’arrivo, Concesion Gioviale
Next articleIl mondo del fumetto e dell’illustrazione protagonista a Bologna
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here