“La vita bugiarda degli adulti”: 3 motivi per vedere la serie italiana su Netflix

Dal romanzo omonimo di Elena Ferranti, una storia di crescita nella Napoli degli anni '90

È arrivata su Netflix il 4 gennaio “La vita bugiarda degli adulti”, la serie italiana diretta da Edoardo De Angelis e tratta dall’omonimo romanzo di Elena Ferrante, la scrittrice che con la quadrilogia dell’Amica geniale ha conquistato il mondo.

Nella Napoli degli anni ‘90, Giovanna (Giordana Marengo) affronta il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, aiutata dalla sfrontata zia Vittoria (Valeria Golino). La ragazzina si muove tra due Napoli, che si temono e si detestano a vicenda: quella di sopra e quella di sotto.

Giovanna oscilla tra questi due mondi, tra alto e basso, ora precipitando, ora inerpicandosi, disorientata dal fatto che, su o giù, la città pare senza risposta e senza scampo.

Scoprite con noi i 3 motivi per cui vale la pena guardare la serie in sei episodi.

1 LA SERIE HA ORIGINE LETTERARIA MA È MOLTO ORIGINALE. Edoardo De Angelis resta fedele al romanzo e alla sua autrice, ma riesce anche a infondere alla storia il suo stile inconfondibile, il suo modo di concepire le immagini sullo schermo e il mondo. Il risultato è un prodotto dalla grande potenza tecnica ed emotiva.

2 IL VIAGGIO NELLA NAPOLI DEGLI ANNI ‘90 È IMMERSIVO, grazie al lavoro certosino fatto sull’ambientazione, sui costumi, sui dettagli. Nota di merito anche per la colonna sonora, che include pezzi di gruppi come i 99 Posse, Almamegretta, Massive Attack, e che permette davvero di rivivere quel periodo.

3 LA SCENEGGIATURA E LA CARATTERIZZAZIONE DEI PERSONAGGI RENDONO IL PUBBLICO PARTECIPE. Al centro del racconto c’è la crescita della protagonista Giovanna, splendidamente interpretata dell’esordiente Giordana Marengo, il suo tirarsi fuori dalla protezione del nucleo familiare, ma anche questa sorta di gioco per scoprire chi dice la verità e chi invece mente. Tutti i personaggi sono potenti, ben scritti e ben interpretati, capaci di rendere chi guarda partecipe di ciò che succede.

 

“La vita bugiarda degli adulti”, tratta dal romanzo omonimo di Elena Ferrante, è disponibile con tutti i suoi sei episodi su Netflix.

Previous article“Close”: bullismo e accettazione di sé in una storia toccante e universale
Next article“Che Dio ci aiuti”: 3 motivi per guardare la 7° stagione della serie
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here