Le avventure di una mamma lettrice: #1 Follonica

Che mondo sarebbe, senza shopping libresco - anche e soprattutto per i bambini?

Neppure al mare, in vacanza, la vostra mamma lettrice appassionata – e compratrice compulsiva, va detto! – può rinunciare al suo shopping libresco per i piccoli di casa – e per se stessa, naturalmente, ma questa è un’altra storia.

Oggi, facendo un giro nella mia libreria preferita di Follonica [la libreria Chiti in via Roma, ndr] ho scoperto questa serie di libri per l’infanzia. La collana si chiama lilliput ed è edita da La Spiga, che dal 2007 fa parte del gruppo editoriale ELI, protagonista nel settore dell’editoria scolastica e prescolastica.

All’interno della collana – vincitrice del Premio Anderson nel 2017 – ci sono tantissimi libri, con bellissime illustrazioni e parole. Storie classiche, in rima, fantastiche oppure “contemporanee”, da ascoltare e vivere in compagnia di gatti e bambini, renne e draghi, principi e principesse. In una parola: c’è solo l’imbarazzo della scelta!

Nella mia prima sortita nel mondo lilliput mi sono “limitata” a sette titoli (trovate le copertine nello slideshow qui sotto), alcuni scritti in stampatello maiuscolo (quindi ottimi anche come prime letture indipendenti per i bambini), altri in minuscolo. 

“Il piccolo regno nel bosco” di Lilith Moscon, illustrato da Ilaria Falorsi, è una poetica e divertente rivisitazione dell’avvicendarsi delle quattro stagioni. Protagonista, la principessa Gea che vuole un vestito con un mantello lungo quanto il suo regno. In “Grattaciela” di Gabriele Rabagliati, illustrazioni di Philip Giordano, impariamo insieme all’altissima protagonista che ognuno ha un suo posto nel mondo, basta solo cercarlo.

“Puzza e verdura” di Cristina Marsi, illustrazioni di Marco Bonatti, è la storia in rima, tutta da ridere, di un orso mangione che decide di cambiare dieta quando l’amore bussa alla sua porta. “Una buona idea” di Susanna Mattiangeli, disegni di Carola Ghilardi, racconta del piccolo Tito, che cerca un modo per far colpo su Babbo Natale. In “Franco il gallo” di Alessandro Rogante, illustrato da Francesca De Luca, ci sono un paese di nome Sonnacchiona dove nessuno al mattino canta più e un gallo stonato. 

Una illustrazione di “Puzza e verdura”.

“Pirata Graffio e Capitan Losco” di Chiara Carminati, disegni di Alistar, è una storia in rima scoppiettante, e con un finale a sorpresa, su una coppia di bucanieri in lotta tra loro. “Il gatto con i pattini a rotelle” di Clara Anzile, illustrato da Carolina Grosa, per finire, è la storia di Topazio e del suo pigro micio… 

Le storie sono semplici ma avvincenti, alcune poetiche e profonde, altre divertenti. Le illustrazioni sono coloratissime, curate nei dettagli e perfettamente in linea con quello che il libro racconta. Bellissima anche la carta utilizzata per i libri paperback, consistente e difficile da strappare o rovinare. E poi c’è il prezzo contenuto (4,90€ a libro), elemento da non sottovalutare. 

Al mio bimbo i libri sono piaciuti tutti – il preferito, al momento, è “Pirata Graffio e Capitan Losco”, cosa poco sorprendente data la sua passione per i pirati. Una lettura agile, perfetta per la sera prima di dormire ma anche per altri momenti della giornata. 

Previous article9 libri molto lunghi che valgono ogni minuto speso per leggerli
Next articleFilming Italy Sardegna Festival: la 4° edizione dal 21 al 25 luglio
Giornalista per passione e professione. Mamma e moglie giramondo. Senese doc, adesso vive a Londra, ma negli ultimi anni è passata per Torino, per la Bay area californiana, per Milano. Iscritta all'albo dei professionisti dal 1 aprile 2015, ama i libri, il cinema, l'arte e lo sport.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here