Leone d’oro a Venezia a “All the beauty and the bloodshed”

A Luca Guadagnino per "Bones and all" il Leonore d'argento per la miglior regia

Cala il sipario sulla Mostra del cinema di Venezia 2022, la numero 79, quella del fantomatico ritorno alla normalità dopo le due edizioni nel segno della pandemia, e come di consueto lo fa con l’assegnazione dei premi. 

La giuria internazionale presieduta da Julianne Moore, dopo aver visionato i 23 film in concorso, ha deciso di premiare “All the beauty and the bloodshed” di Laura Poitras con il Leone d’oro. È il terzo anno di seguito che il premio viene assegnato a una regista, dopo Chloé Zhao (Nomadland) nel 2020 e Audrey Diwan (La scelta di Anne – L’Événement) nel 2021.

La documentarista statunitense, Oscar nel 2015 per “Citizenfour”, ha incantato la giuria. “Questo film – ha detto – racconta la lotta della fotografa Nan Goldin contro la famiglia Sackler, proprietaria della società farmaceutica Purdue Pharma, ritenuta responsabile dell’epidemia di oppioidi negli Stati Uniti. Non ho conosciuto nessuno con il suo coraggio. Dedico il premio a lei che mi ha ispirato e ai giornalisti e cineasti come Panahi che rischiano con il loro lavoro”. 

Proprio il dissidente Jafar Panahi, detenuto in Iran e per questo impossibilitato a presenziare alla serata, è stato il grande assente, evocato a più riprese. Sul palco, per ritirare al suo posto il Premio Speciale della giuria a “Gli orsi non esistono” (che vedremo in sala dal 6 ottobre), due attori, emozionati e commossi.

L’Italia ha portato a casa la sua buona dose di soddisfazioni grazie a Luca Guadagnino, Leone d’argento per la miglior regia con “Bones and all” (qui la recensione). Un film, che al di là della qualità, è soprattutto esempio lampante di una delle nuove direttrici che sta prendendo il cinema: l’internazionalizzazione, il mix produttivo con molti paesi.

Cate Blanchett premiata con la Coppa Volpi. Aveva già vinto nel 2007, con “Io non sono qui” di Todd Haynes.

A seguire tutti i premi dell’edizione 2022 della Mostra del cinema:

  • LEONE D’ORO per il miglior film a: ALL THE BEAUTY AND THE BLOODSHED di Laura Poitras (USA)
  • LEONE D’ARGENTO – GRAN PREMIO DELLA GIURIA a: SAINT OMER di Alice Diop (Francia)
  • LEONE D’ARGENTO – PREMIO PER LA MIGLIORE REGIA a: Luca Guadagnino per BONES AND ALL (USA, Italia)
  • COPPA VOLPI per la migliore interpretazione femminile a: Cate Blanchett nel film TÁR di Todd Field (USA)
  • COPPA VOLPI per la migliore interpretazione maschile a: Colin Farrell nel film THE BANSHEES OF INISHERIN di Martin McDonagh (Irlanda, UK, USA)
  • PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a: Martin McDonagh per il film THE BANSHEES OF INISHERIN di Martin McDonagh (Irlanda, UK, USA)
  • PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a: KHERS NIST (NO BEARS) di Jafar Panahi (Iran)
  • PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore o attrice emergente a: Taylor Russell nel film BONES AND ALL di Luca Guadagnino (USA, Italia)

 

 

Previous articleGiornate degli autori 2022: vince “Lobo e Cão” di Cláudia Varejão
Next article“Lobo e Cão”: Ana alla scoperta di sé in una piccola comunità isolana
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here