LIBRI AL CINEMA | “Heidi” e “Heidi – Regina della montagna”

Dal libro per ragazzi del 1880 di Johanna Louise Spyri al film inglese "Heidi - Regina della montagna"

Chi non conosce la storia della piccola Heidi, della sua vita sui monti in compagnia del nonno, del cane Nebbia e dell’amico Peter e del suo amore per la libertà e la natura?

Nata dalla penna della scrittrice svizzera Johanna Louise Spyri, il personaggio ha avuto grande successo soprattutto tra i bambini e ha dato il là a una grande serie di adattamenti per il grande e il piccolo schermo, a partire dell’anime giapponese.

Al romanzo e alle principali trasposizioni, soprattutto l’ultima in ordine di tempo, in uscita al cinema nel 2019, “Heidi – Regina della montagna”, è dedicato il nostro appuntamento con Libri al cinemaversione Young.

 

IL LIBRO

Il personaggio di Heidi, nato dalla fantasia di Johanna Louise Spyri, inizia le sue avventure letterarie con la pubblicazione di due libri per ragazzi, nel 1880 e nel 1881, riuniti poi in un unico volume, “Heidi”, tradotto in oltre cinquanta lingue. La storia di Heidi continua poi in “Heidi cresce” (1938) e “I bambini di Heidi” (1939) di Charles Tritten.

All’inizio della storia, la protagonista ha cinque anni e tanta energia. Rimasta orfana di entrambi i genitori, vive con la zia Dete a Bad Ragaz. Ma quando la ragazza trova lavoro presso una famiglia di Francoforte, non potendo portare la bambina con sé decide di affidarla al nonno paterno, che vive isolato in montagna.

Dopo oltre due anni, periodo in cui Heidi si è ambientata e ha imparato ad apprezzare la vita insieme al “vecchio dell’alpe”, Dete torna e con la forza e l’inganno riprende la bambina e la porta a Francoforte, per vivere con la famiglia Sesemann. La signora Rottenmeier è la rigida governante di Clara, la rampolla dodicenne, costretta sulla sedia a rotelle poiché affetta da poliomielite.

Qualche curiosità sul libro. La baita del nonno ad Oberrofels, in Svizzera, e il paesino in fondo alla valla con la fontana dove Peter fa bere le pecore, Maienfeld, non sono frutto della fantasia dell’autrice ma esistono veramente. Era qui che la Spyri passava le vacanze estive da bambina.

 

I FILM

Alla storia di Heidi sono stati dedicati film – dopo il cortometraggio del 1920, il primo lungometraggio è “Zoccoletti olandesi” del 1937, con Shirley Temple – e mini-serie tv, ma l’adattamento che ha avuto maggior successo, e che hanno visto quasi tutti, è la serie animata giapponese disegnata da Hayao Miyazaki.

Uscirà al cinema nel 2019 “Heidi – Regina della montagna”, diretto da Bhavna Talwar, con Sam Allison nel ruolo della protagonista e Bill Nighy in quello del nonno. Tra le principali differenze tra il film inglese e l’originale c’è l’età del personaggio. Questa Heidi, infatti, è una dodicenne piuttosto che una bambina.

 

Previous article“La stagione della caccia”: storia siciliana di ieri e di oggi
Next articleWEEKEND AL CINEMA | 8 nuove uscite dal 28 febbraio
Avatar
Ligure di origini, vive in provincia di Novara da tre anni a questa parte per amore e per lavoro. Mamma blogger, adora il cinema, la lettura, l’arte e la moda. Scrive per diverse testate e spera in futuro di portare avanti un progetto tutto suo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here