LIBRI AL CINEMA | “Winnie Puh” e “Ritorno al Bosco dei 100 Acri”

Dal racconto per bambini del 1926 di A. A. Milne al film in live action con Ewan McGregor

Dal giorno della loro creazione, nel 1926, l’orsetto Puh e i suoi amici – Tigro, Coniglio, Gufo, Pimpi e gli altri abitanti dell’immaginario Bosco dei 100 Acri – sono stati protagonisti di tante mirabolanti avventure, sulla pagina scritta tra libri e fumetti, al cinema e in tv.

Il franchise non sembra conoscere crisi, lo dimostrano i due film che sono usciti soltanto quest’anno prodotti da Disney: “Vi presento Christopher Robin” di Simon Curtis e “Ritorno al Bosco dei 100 Acri” di Marc Foster. A quest’ultimo, e al personaggio creato da A. A. Milne è dedicato il nostro appuntamento con “Libri al cinema” versione Young.

LEGGI ANCHE: La recensione del film “Vi presento Christopher Robin”

 

IL LIBRO: “Winnie Puh”

Nel 1926 Alan Alexander Milne, fino a quel momento scrittore di gialli e sceneggiatore per la radio e il cinema, raccoglie in un libro le storie che era solito raccontare al figlio di sei anni, Christopher Robin. Pubblicato il 14 ottobre di quell’anno nel Regno Unito, corredato dalle illustrazioni di E. H. Shepard, “Winnie Puh” (Winnie-the-Pooh) diventa presto un best-seller.

Il libro è composto da 10 capitoli che corrispondono ad altrettanti racconti brevi. Si spazia dal primo “nel quale facciamo conoscenza di Winnie Puh, di alcune Api e cominciano le storie”, al settimo “nel quale Can e Guro arrivano nella foresta e Porcelletto fa il bagno” fino all’ultimo “nel quale Christopher Robin da una Festa per Puh e noi ci salutiamo”.

Nel 1928 esce anche il secondo libro della serie, “La strada di Puh” (The House at Pooh Corner), a cui si ispira in parte il film “Ritorno al Bosco dei 100 Acri”.

Come molti sanno per il celebre orsetto Milne si ispira al peluche comprato dalla moglie Daphne ai grandi magazzini Harrods. Il nome, invece, riprende quello di un orso bruno che viveva a inizio Novecento nello zoo di Londra.

 

Il FILM: “Ritorno al Bosco dei 100 Acri”

Il film in live action di Marc Foster, con Hayley Atwell, Ewan McGregor e Jim Cummings (doppiatore dell’orsetto), prodotto da Disney, è uscito nei cinema italiani il 30 agosto 2018.

Christopher Robin è diventato grande. Troppo preso dal lavoro e dalle responsabilità sembra aver messo da parte la fantasia e non sembra avere tempo per la sua famiglia, per la moglie Evelyn e la figlia di nove anni Madeline.

L’arrivo in città dell’amico d’infanzia Winnie Pooh, in cerca di aiuto per ritrovare tutti gli altri animaletti di peluche, scomparsi dal Bosco dei 100 Acri, lo porteranno a riscoprire una parte della sua personalità che credeva ormai perduta.

 

Previous article“Oro verde – C’era una volta in Colombia”: un’epopea anti-eroica
Next article“Wonder park”: un film d’animazione semplice ma emozionante
Ligure di origini, vive in provincia di Novara da tre anni a questa parte per amore e per lavoro. Mamma blogger, adora il cinema, la lettura, l’arte e la moda. Scrive per diverse testate e spera in futuro di portare avanti un progetto tutto suo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here