Libri della settimana: i più letti dal 24 al 30 novembre

Torna l’appuntamento con i best-seller della settimana. Abbiamo salutato novembre e dicembre è già qui, con il suo carico di freddo, pioggia e, per fortuna, odore di Natale. Aspettando di vedere cosa porterà con sé il nuovo mese in termini di uscite e proposte da impacchettare e mettere sotto l’albero, le tre novità che fanno la loro comparsa nella classifica dei libri più venduti fanno già ben sperare per il prossimo futuro.

Pochi scossoni nel terzetto di testa: Gianrico Carofiglio con il suo La regola dell’equilibrio si conferma in prima posizione, seguito da Avrò cura di te della strana coppia Massimo Gramellini e Chiara Gamberale (che guadagnano due posti, rispetto all’ingresso in classifica della settimana passata) e da Andrea Camilleri con Morte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano.

Nei 10 best-seller c’è spazio per altri due titoli tutti nuovi: la ricostruzione degli ultimi giorni della città di Pompei, la cui distruzione in seguito all’eruzione del Vesuvio tra il 23 e il 25 ottobre del 79 d.C. rappresenta una delle più grandi tragedie dell’antichità, firmata da Alberto Angela, e il nuovo dissacrante ed esilarante romanzo della Lucianina nazionale.


* per acquistare il libro clicca sul link della casa editrice

Gelo per i Bastardi di Pizzofalcone | Einaudi | Nella città schiaffeggiata dal vento di tramontana, dove ogni calore e ogni legame sembrano perduti, l’omicidio feroce di due ragazzi, fratello e sorella, mette i Bastardi di Pizzofalcone contro tutto e contro tutti. E li costringe ad affrontare il gelo peggiore, quello del cuore. Un giovane ricercatore di grande talento e sua sorella, una ragazza tanto bella da togliere il fiato, vengono assassinati nel loro misero appartamento. Qualcuno ha interrotto le loro vite un attimo prima che trovassero il riscatto, ma non sembra esserci movente. Lojacono e Di Nardo sono impegnati in una corsa contro il tempo. Gigi Palma, il commissario, è stato chiaro: risolvere il caso, e in fretta, non significa solo assicurare un assassino alla giustizia, ma anche salvare il commissariato di Pizzofalcone, che qualcuno desidera chiudere per lavare una macchia del passato. Avranno l’aiuto di tutti i colleghi: Romano, Aragona, Calabrese e Pisanelli. Ognuno con le proprie paure, ognuno con le proprie ferite, ognuno grato quando uno sprazzo di calore sembra allentare per un momento la morsa del freddo. Da soli erano dei reietti. Insieme sono la più formidabile squadra di poliziotti della città. Per tutti continuano a essere i Bastardi di Pizzofalcone.

I tre giorni di Pompei | Rizzoli | Il 24 ottobre del 79 d.C. sembra un venerdì qualsiasi a Pompei, una città abitata da circa dodicimila persone che, come innumerevoli altre nell’Impero, lavorano, vanno alle terme, fanno l’amore. Ma alle 13 dal vicino Vesuvius si sprigiona una quantità di energia pari a cinquantamila bombe atomiche e, in meno di venti ore, sotto un diluvio ustionante di ceneri e gas, Pompei è soffocata da sei metri di pomici, mentre la vicina Ercolano viene sepolta sotto venti metri di fanghi compatti. Migliaia di uomini e donne cercano di scappare, invocano gli dèi, ma trovano una morte orribile. E solo in epoca moderna saranno scoperti alcuni dei loro corpi, contorti nella disperazione della fuga. Dopo molti anni passati a studiare la zona vesuviana, con il supporto di archeologi e vulcanologi Alberto Angela ricostruisce come in presa diretta i giorni che ne segnarono il tragico destino. Per farci respirare le atmosfere di quei momenti, individua alcuni personaggi storicamente esistiti la ricca matrona Rectina, un cinico banchiere, un politico ambizioso… – e li segue passo dopo passo, in un percorso che si può fare ancora oggi, per strade, campagne, case o locali pubblici. In questo modo, non solo ci fa scorrere davanti agli occhi la vita quotidiana (prima) e la morte (poi) come in un film mozzafiato.

L’incredibile Urka | Mondadori | “Piccole donne s’incazzano. Perché siam buone e care, ma anche al balengo c’è un limite. E a un certo punto i nervi escono dalla guaina. Per esempio, quando scopriamo che anche gli idoli cadono: Giorgione Clooney si è sposato, e non con me. Niente più Martini, niente più party. Banderas prima affettava le mutande di Catherine Zeta-Jones con la spada e adesso impasta taralli. E Kevin Costner balla coi tonni. Anche Hollande impazzisce per la Jolanda, confermando la legge della fisica per cui tir plus un pluc degnoc che due Renault. Gli uomini d’altra parte non sono mai maturi… Passano dall’essere acerbi all’essere marci. Come i cachi. Oppure quando, forse per confermarci in che periodo siamo e da che cosa siamo sempre più sommersi, scopriamo la moda del caffè ricavato dalla cacca di animale, praticamente il caffè defecato, il Nescaghè. Per non parlare di quelle scienziate indonesiane che con la cacca ci hanno fatto un profumo, un Popò Chanel.” Luciana Littizzetto-Incredibile Urka è una supereroina che come tutte le persone normali a un certo punto sbrocca e diventa verde dalla rabbia. Sconfigge i cretini a colpi di ironia, e con i suoi superpoteri trasforma le loro pirlate in perle di umorismo, la nostra incazzatura in una grande, liberatoria, risata.


 

1.   Gianrico CarofiglioLa regola dell’equilibrio
2.   Massimo Gramellini, Chiara Gamberale Avrò cura di te
3.   Andrea CamilleriMorte in mare aperto e altre indagini del giovane Montalbano
4.   Maurizio De GiovanniGelo per i Bastardi di Pizzofalcone
5.   Jeff Kinney Diario di una schiappa. Sfortuna nera
6.   Wilbur Smith – Il dio del deserto
7.   Alberto Angela I tre giorni di Pompei
8.   Michael ConnellyLa caduta
9.   Alessandro D’AvaniaCiò che inferno non è
10. Luciana Littizzetto L’incredibile Urka

 

Previous articleLa notte è infinitamente vuota, Annemarie Schwarzenbach
Next articleAl cinema: Magic in the moonlight
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here