Libri sotto l’ombrellone: cosa leggono gli italiani in estate?

L’estate, per molti, è la stagione della lettura. Sono tanti quelli che, nelle settimane di vacanza dal lavoro, cercano di recuperare i romanzi lasciati in sospeso durante l’inverno o anche solo scelgono di passare qualche ora in compagnia di un buon libro.

Ma cosa leggono gli italiani in questa estate 2014 che è solo agli inizi? Ci sono delle sorprese, oppure ad andare per la maggiore sono dei titoli tutto sommato prevedibili? Scopritelo con noi in questo viaggio tra teli e sdraio della costa tirrenica.

 

BEST-SELLER | Tra i più letti c’è senza dubbio Storia di una ladra di libri di Markus Zusak che, nonostante le varie peripezie editoriali (cambi di titolo e riedizioni, di cui parleremo nella nuova rubrica sulla traduzione) e il fatto di essere un libro tutt’altro che leggero e facile da maneggiare, fa bella mostra di sé sotto molti ombrelloni. Non mancano nemmeno Camilleri e gli altri autori Sellerio: tra La piramide di fango, Ferragosto in giallo, L’ultima scommessa i libricini piccole e dall’inconfondibile copertina blu spiccano sulla spiaggia. Tra le mani dei più giovani, tanta Veronica Roth (con Divergent e gli altri due capitoli della saga) e Suzanne Collins con la trilogia di Hunger Games.

EDIZIONI ECONOMICHE | Sarà colpa della crisi, della mancanza di fondi o della riscoperta dei “tesori” di una volta, ma sulla spiaggia è un tripudio di romanzi in edizione economica, con le copertine leggere e di piccolo formato. E non parliamo solo di quelli più recenti e conosciuti, ma anche di una serie di collane che non si vedono più da tempo sugli scaffali delle librerie. Vecchi gialli Mondadori, classici in edizioni datate e consunte, Harmony di tutte le forme e tutte le fogge. Non tutti i titoli saranno dei capolavori, ma hanno dalla loro il fatto di essere portatili, maneggevoli e poco ingombranti. Le borse da mare e le spalle ringraziano.

I GRANDI ASSENTI | Ho perlustrato la spiaggia palmo a palmo. Mi sono incuneata tra gli ombrelloni e, lo ammetto, sono arrivata a lanciare sguardi di sottecchi persino nelle maxi-bag delle signore. Niente da fare. Quest’estate le 50 sfumature latitano. Sarà solo la calma prima della tempesta, la quiete prima che l’imminente uscita del film riporti la trilogia pseudo-erotica più chiacchierata degli ultimi anni a ricomparire tra le mani di migliaia di lettrici?

Poco presenti anche i Newton Compton. Se lo scorso anno i libricini colorati – venduti al prezzo abbordabilissimo di 0.99 centesimi – la facevano da padroni tra sdraio e lettini, quest’anno non se ne vede nemmeno l’ombra. E dire che il cambio di formato – con la copertina rigida e una parvenza di consistenza – avrebbe dovuto giovare alle vendite e non peggiorarle. Scelta poco saggia dei titoli proposti, forse?

 

 

E voi? Avete già impilato in bella vista i libri che pensate di leggere non appena potrete togliere gli abiti di tutti i giorni e infilare costume e infradito? Oppure vi farete ispirare dal momento? 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here