Lo scaffale dei libri per bambini: cosa leggere dal 28 dicembre

Nel mese di dicembre una serie speciale di appuntamenti, dedicati alle letture "delle feste"

Natale è passato, ma la non-atmosfera festiva promette di accompagnarci ancora per qualche tempo. La rubrica settimanale Lo scaffale dei libri per bambini continua con la sua versione speciale. In ogni appuntamento, invece delle classiche nuove uscite, tre titoli “di repertorio”, da leggere in famiglia o regalare.

Oggi spaziamo tra il ritorno di una saga italiana amatissima, la storia di un mostro famoso in tutto il mondo e un’antologia illustrata con le fiabe più belle. Buona lettura! 

 

FAIRY OAK. LA STORIA PERDUTA di Elisabetta Gnone

Dagli 8 anni
400 pagine, edito da Salani

Si torna nel villaggio di Fairy Oak, dove fate, streghe, maghi e persone normali convivono serenamente in un luogo dove il tempo e lo spazio sono dilatati e la natura è viva e strabiliante, per il 15° anniversario della saga

Il tempo è passato e molte cose sono cambiate a Fairy Oak, e così capita di immalinconirsi riguardando vecchie fotografie davanti a un tè, ricordando vecchi amici e grandi avventure. Ma quando i ricordi approdano all’anno della balena, i cuori tornano a battere e i visi a sorridere. Che anno fu! Cominciò tutto con una lezione di storia, proseguì con una leggenda e si complicò quando ciascun alunno della onorata scuola Horace McCrips dovette compilare il proprio albero genealogico…

 

IL GRUFFALÒ di Julia Donaldson

Dai 3 anni
32 pagine, edito da Emme Edizioni

La letteratura per l’infanzia in lingua inglese meriterebbe probabilmente una rubrica tutta sua… Intanto che valuto se scriverla o meno, ecco un nuovo adattamento in italiano di un libro (inglese) famosissimo.

La storia di un mostro tremendo, di un topolino molto furbo che ai mostri non crede, e del loro incontro sorprendente nel bosco frondoso. 

 

ALFABETIERE DELLE FIABE di Fabian Negrin

Dai 5 anni
64 pagine, edito da Giunti

Le storie più amate di sempre in 26 tavole d’autore. Un viaggio attraverso le storie che non ci stanchiamo mai di raccontare, che affondano le loro radici nel profondo dell’infanzia e ancora non smettono di farci sognare.

Fiabe e favole da tutte le tradizioni raccontate in rima e illustrate con immagini poetiche, sorprendenti, magnetiche. Una raccolta che riunisce, dalla A alla Z, un personalissimo alfabeto dell’immaginario che l’autore seleziona per noi, per restituircelo in tutta la sua forza, modernità e grazia.

Previous article“Il caos dopo di te”: una miniserie che promette bene, ma naufraga in corsa
Next articleLe 10 migliori serie del 2020 (da recuperare durante le feste)
Avatar
Giornalista per passione e professione. Mamma e moglie giramondo. Senese doc, adesso vive a Londra, ma negli ultimi anni è passata per Torino, per la Bay area californiana, per Milano. Iscritta all'albo dei professionisti dal 1 aprile 2015, ama i libri, il cinema, l'arte e lo sport.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here