I magnifici anni ’80 e ’90 tornano di moda… in tv

di Simona Quadri

 

Se ne parla da qualche tempo, ma adesso sembra diventata una certezza: alcuni film cult degli anni ’80 e ’90, che tutti abbiamo apprezzato e amato, torneranno a farci sognare… in televisione, sotto forma di serie a puntate.

Il grande Jerry Bruckheimer (produttore, tra gli altri, di CSI, Hostages, Cold Case, Senza Traccia) è al lavoro insieme ad alcune firme di spicco della Paramount Pictures sull’adattamento di pellicole di spicco tra cui “American gigolò”, “Ghost”, “Terminator”, “Grease”, “The Truman show” e “Minority report”.

Il primo film che dovrebbe prendere la via del piccolo schermo è quello che lanciò Richard Gere nell’universo delle grandi stelle di Hollywood, in qualità di vero sex symbol. American Gigolò (datato 1980) racconta le vicende di un gigolò, Julian Kay, amante delle belle donne e del lusso sfrenato.

La lista delle pellicole che hanno segnato gli anni ’80 e ’90, modificando gli stili di vita e lasciando un segno indelebile nell’anima di tanti spettatori è lunghissima, e pare, stando si può leggere in alcuni pezzi apparsi su Variety e Hollywood Report aggiornata quasi quotidianamente.

Come se non bastassero questi progetti della Paramount, i nostalgici potranno gustare, presumibilmente nel 2016, il ritorno in tv di una serie che risale negli anni ’90 ed è rimasta indelebile nella mente di ognuno di noi: Twin Peaks. Il regista David Lynch, attraverso un tweet, ha rivelato che in occasione del venticinquennale della messa in onda della prima puntata del serial, verranno proposti nuovi episodi, che riprenderanno la storia là dove si era conclusa nel 1991. Un cult assoluto, dunque, che tornerà sul piccolo schermo per la gioia di tutti i fan, e sarà trasmesso in tv negli Stati Uniti sul canale Showtime (il network di Homeland, Dexter, Masters of Sex). Non si conosce ancora, invece, il nome dell’emittente televisiva italiana che proporrà la seria, ma presumiamo si tratterà di Mediaset, già casa del programma in passato.

Le attese degli appassionati delle vicende dell’agente Cooper, impegnato a risolvere l’omicidio di Laura Palmer, non saranno deluse, dato che Mark Frost, creatore della serie insieme a David Lynch, ha raccontato su Variety che “La nuova serie non sarà un remake, ma il capitolo successivo della storia. I venticinque anni trascorsi dal 1991 ad oggi saranno un elemento importantissimo”.

Per quelli invece che preferiscono film più avventurosi, quali ad esempio Terminator, La mummia, I Fantastici 4, Ghostbusters (che pare sarà riproposto con un cast, questa volta, tutto al femminile), Il Corvo e Scuola di polizia, ci sono buone probabilità che anche il loro desiderio di rivedere personaggi e vicende amati venga realizzato. Anche per questa serie di titoli, a Hollywood si parla con insistenza di adattamenti, remake e trasformazione in saghe.

Un’invasione di ritorni ammantati da novità, dunque, sul piccolo e sul grande schermo. E se i nostalgici già chi si fregano le mani, felici di colmare i vuoti, i più critici malignano che questo ritorno al passato dimostra più che altro un impoverimento nelle idee degli sceneggiatori, tanto profondo da lasciare aperta solo la possibilità di attingere ai grandi successi del passato.

Intanto c’è chi si domanda se i protagonisti delle pellicole originali – Richard Gere, John Travolta e colleghi – accetteranno di far parte dei nuovi progetti. O se verranno quanto meno presi in considerazione. Staremo a vedere.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here