“Molly Monster”: un’avventura variopinta per grandi e piccini

Disegni dettagliati ma semplici, bella colonna sonora, insegnamenti alla portata di tutti

di Giulia Minotti

 

Un film di Ted Sieger, Matthias Bruhn, Michael Ekbladh. Con Tom Eastwood, Stefan Fredrich, Denise Gorzelanny, Sophie Rois, Gerald Schaale. Animazione, 72′. Germania, Svizzera, Svezia, 2016

La piccola Molly vive insieme ai suoi genitori a Mostrolandia, il tranquillo Paese dei Mostri fatto di colline, vulcani e geyser. Nella vita della mostriciattola sta per accadere qualcosa di nuovo: l’arrivo di un fratellino o di una sorellina che, inevitabilmente, attirerà tutte le attenzioni della famiglia. Mentre attende il ritorno di mamma e papà dalla misteriosa isola delle uova, Molly si troverà a vivere una serie di avventure con il suo migliore amico Edison, un simpatico giocattolo a molla, che la porteranno a spingersi oltre i confini del suo mondo.

 

Arriva nelle sale italiane il 29 marzo, il film con protagonista la mostriciattola star del cartone animato Rai Yoyo, “Molly Monster”, con una singolare e variopinta avventura.

Mamma e papà devono intraprendere un lungo viaggio per l’isola delle uova, per portare a casa un fratellino e una sorellina, e Molly viene lasciata a casa, affidata alle cure degli zii. Ma la piccola parte a sua volta, insieme all’amico Edison, per raggiungerli, dimostrare di essere una brava sorella maggiore e partecipare allo schiudersi dell’uovo…

Il viaggio di Molly mostra agli spettatori nuove aree del mondo magico, già apparso in tv, che sfida tutte le leggi della gravità e della fisica.

Il film, divertente e avvincente, ha anche i suoi begli insegnamenti: il valore della famiglia e di mantenere un atteggiamento positivo nelle difficoltà, l’importanza di sapersi ingegnare e avere un amico vicino.

L’elementarità dei sentimenti della protagonista – la gelosia, la tristezza, l’affetto – rende “Molly Monster” perfetto per il pubblico dei più piccoli. Merito anche di una bella colonna sonora, dell’animazione dai colori vivaci (convincente la scelta di accordare il colore del cielo non solo allo scorrere del tempo ma anche alla personalità dei personaggi) e dai disegni dettagliati ma anche elementari.

Alla fine, come di consueto, Molly riesce a ricongiungersi con la sua famiglia e resta impunita per la sua fuga. Ogni difficoltà, se affrontata con il giusto atteggiamento e con un amico accanto, può essere superata.

 

Previous articleHarry Potter: 7 motivi per cui un booklover dovrebbe leggere i libri
Next articleWEEKEND AL CINEMA | 10 nuove uscite dal 29 marzo
Un portale d’informazione che si occupa di cultura e spettacolo a 360°, con un occhio di riguardo per il mondo dei libri e dell’editoria, per il cinema, la televisione, l’arte.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here