Mostra del cinema di Venezia 2018: tutto quello che c’è da sapere

Il padrino del festival Michele Riondino, gli italiani in lizza per il Leone d'oro, i numeri dell'edizione 75

È tutto pronto per la 75° Mostra del cinema di Venezia, che prenderà il via mercoledì 29 agosto per concludersi sabato 8 settembre. Aspettando di partire per la Laguna con i nostri tre inviati di eccezione – Roberto Sapienza, Federica Rizzo e Sofia Peroni – vediamo tutto quello che c’è da sapere sull’edizione 2018.

Iniziamo con qualche numero. Sono 72 i lungometraggi della Selezione Ufficiale: 21 in lizza per il Leone d’oro nella sezione Venezia 75, 22 Fuori concorso (di cui 12 documentari), 19 nella sezione Orizzonti, 7 nella sezione Sconfini (di cui 2 documentari), 3 nella sezione Biennale College – Cinema.

Un frame del nuovo film dei fratelli Coen, “La ballata di Buster Scruggs”

Sono 15, invece, i cortometraggi (12 nella sezione Orizzonti, 1 nella sezione Orizzonti – Fuori Concorso, 1 nella sezione Fuori Concorso, 1 nella sezione Sconfini). E c’è spazio anche per una serie tv, presentata fuori concorso. Si tratta dell’attesissima “L’amica geniale” di Saverio Costanzo, adattamento dei best-seller di Elena Ferrante, di cui saranno proiettati in anteprima i primi due episodi.

Ad aprire la Mostra del cinema – che per il secondo anno consecutivo ha scelto un uomo, Michele Riondino, e non una donna come cerimoniere – sarà il nuovo film di Damien Chazelle “Il primo uomo” (First man), con Ryan Gosling, che racconta la missione Nasa che portò l’uomo sulla Luna, concentrandosi sulla figura di Neil Armstrong negli anni dal 1961 al 1969.

A chiudere la kermesse sarà invece “Driven” di Nick Hamm, pellicola ispirata a una storia vera che coinvolse un agente dell’FBI e un un pilota che divenne un informatore. A complicare l’intreccio, anche il genio dei motori, DeLorean.

Un frame del film “Suspiria” di Luca Guadagnino.

Nel concorso ufficiale – dove spiccano i nomi dei fratelli Coen, di Alfonso Cuaron, Damien Chazelle e Yorgos Lanthimos – sono tre gli italiani: Luca Guadagnino con “Suspiria”, remake del film cult di Dario Argento, Mario Martone con “Capri – Revolution” e Roberto Minervini con “What You Gonna Do When The World’s On Fire”.

Tra le anteprime più attese, fuori concorso, “A star is born” di Bradley Cooper (per la prima volta in veste di regista e non solo di protagonista). Lady Gaga è Ally, una cantante molto dotata che ha deciso di voltare le spalle al suo sogno. A spronarla a non mollare arriva il musicista Jack (Cooper). Tra i due nasce un sodalizio non solo artistico, ma la stabilità dell’uomo viene meno mano a mano che la carriera di Ally decolla.

Due i Leoni d’oro alla carriera assegnati: all’attrice e regista britannica Vanessa Redgrave, 81 anni, Oscar nel 1977 per “Giulia”, e al regista canadese David Cronenberg, 75 anni, che nei suoi film (Crash, ExistenZ) ha portato avanti un concetto di arte sovversiva e disturbante.

Non ci resta che fare, idealmente, le valigie, metterci comodi e prepararci a vivere tutte le emozioni e i film della 75° Mostra del cinema di Venezia nel nostro speciale.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here