Nasce Cohousing Cinema Napoli: ospiterà produzioni cinema e tv

Settecento mq per uno spazio nel cuore della città, aperto anche alla formazione e all'incontro

IDavid di Donatello 2018 lo hanno confermato: Napoli è la nuova capitale del cinema italiano. E da oggi la città ha un nuovo fiore all’occhiello, il Cohousing Cinema Napoli, uno spazio nel cuore della città, nel settecentesco Palazzo Cavalcanti in Via Toledo, che ospiterà produzioni televisive e cinematografiche e non solo.

Settecento mq al piano nobile, una suddivisione in 4 zone principali (aree casting e sale per tavole rotonde, ambienti polifunzionali e tecnici), Cohousing Cinema Napoli, oltre a offrire accoglienza a produzioni con “Gomorra 4” e “L’amica geniale” si propone come un luogo aperto alle realtà dell’audiovisivo della città e alle giovani professionalità napoletane, sempre più attive nell’industria italiana.

“Non è solo il cinema ma è l’economia che si muove – ricorda il sindaco Luigi de Magistris. – Questa città attraverso la produzione e il turismo è riuscita a creare ricchezza. Qui devono trovare la loro casa sia le grandi produzioni che le piccole”.

Tra i primi a visitare il nuovo spazio, Riccardo Tozzi, CEO di Cattleya con la regista Francesca Comencini (già al lavoro per “Gomorra” negli uffici di Palazzo Cavalcanti), Domenico Procacci (Fandango) Gabriele Immirzi (Fremantlemedia), Francesco Nardella (Rai Fiction), Luciano Stella (Mad, vincitore del David come miglior produttore), il regista Stefano Incertidocente dell’Accademia di Belle Arti.

Se non a Napoli, dove? – commenta Tozzi. – Ambienti diversissimi e tutti straordinari, un talento creativo diffusissimo, un’accoglienza senza pari. Anche nella verve polemica, sempre stimolante. Il racconto per immagini è nel destino di questa città, una grande opportunità per chi viene a girare e per Napoli stessa: è lavoro qualificato, giovanile, largamente femminile, che contribuisce alla crescita economica e culturale”.

Negli ultimi tre anni la città ha accolto quasi 500 produzioni nazionali e internazionali – di cui oltre 200 nel 2017, con un trend di crescita nell’ultimo anno rispetto ai due precedenti del 60% circa.

A dare la misura di questa grande opportunità basti ricordare qualche numero: l’investimento in città per le serie “L’amica geniale” e “Gomorra”, entrambe attualmente ospitate a Palazzo Cavalcanti, è stato quantificato in 7 milioni di euro; già 200 professionalità sono a lavoro nelle troupe per queste due grandi produzioni, mentre 8000 sono le comparse impegnate.

Dal set di “Bastardi di Pizzofalcone” arrivano anche gli auguri del regista Alessandro D’Alatri.

“È un anno che sono qui a Napoli, tra preparazione e riprese, e l’innamoramento per questa città e quello che offre è totale. È bello che si apra un nuovo spazio per il cinema. Ogni volta che si apre una casa della cultura è un grande evento, una festa per tutti. Credo che questa nuova pietra, che serve a costruire un background di conoscenza tecnologica e artistica, sia sicuramente un bel segnale che viene dato alla città e a tutti gli operatori del settore”.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here