Nastri d’argento grandi serie 2022: premiato il meglio della serialità

Due le serie scelte come migliori del 2021-2022: "A casa tutti bene" e "Le fate ignoranti"

Dopo il successo della prima edizione, accolta con particolare entusiasmo dall’industria e dal mondo della creatività, il meglio della serialità torna protagonista dei Nastri d’argento grandi serie. I premi sono stati consegnati a Napoli nella serata di ieri, nella suggestiva cornice del teatro di corte di Palazzo reale.

Da Gabriele Muccino a Ferzan Özpetek, da Luca Argentero a Zerocalcare: tanti i registi, i produttori e gli attori scelti dai Giornalisti cinematografici italiani e protagonisti della serata di gala, e della stagione delle serie 2021-2022.

Due le serie scelte come Migliori: “A casa tutti bene” di Gabriele Muccino (qui la recensione), di cui sono da pochi giorni iniziate le riprese della seconda stagione, e “Le fate ignoranti” di Ferzan Özpetek (qui la recensione). Il Nastro dell’anno per la serie più innovativa è andato invece a Zerocalcare per la sua “Strappare lungo i bordi” (qui la recensione).

Una scena della serie tv di Gabriele Muccino “A casa tutti bene” (2021).

I Nastri speciali sono stati invece assegnati all’autrice Lisa Nur Sultan e all’intero cast femminile di “Studio Battaglia” (qui la recensione), Barbora Bobulova, Lunetta Savino, Miriam Dalmazio, Marina Occhionero e Carla Signoris, e al produttore Domenico Procaccivince come Miglior regista esordiente per “Una squadra”.

“I premi fotografano un’annata che ha confermato il successo di una serialità “cinematografica” e l’attenzione sempre crescente di addetti ai lavori e pubblico per un nuovo tipo di linguaggio – ha spiegato la presidente del sindacato nazionale dei giornalisti cinematografici italiani, Laura Delli Colli. – Le serie che danno lavoro al cinema, anche in questa stagione ancora difficile, sono cinema, spesso d’autore, come ha dimostrato per l’Italia anche l’ultimo Festival di Cannes”.

A seguire tutti i vincitori dei Nastri d’argento grandi serie:

  • MIGLIOR SERIE 2022: A casa tutti bene – La Serie (Sky) e Le fate ignoranti (Disney+)
  • SERIE DELL’ANNO: Strappare lungo i bordi (Netflix)
  • MIGLIOR SERIE ORIGINAL: Vita da Carlo (Prime Video) 
  • MIGLIOR SERIE CRIME: I bastardi di Pizzofalcone (Rai Fiction)
  • MIGLIOR SERIE DRAMEDY: Doc – Nelle tue mani (Rai Fiction)
  • MIGLIOR SERIE COMMEDIA: Bangla – La serie (Rai Fiction) 
  • MIGLIOR FILM TV: Sabato, domenica e lunedì (Rai Fiction) e Yara (Netflix)
  • ATTRICE PROTAGONISTA: Maria Chiara Giannetta in Blanca
  • ATTORE PROTAGONISTA: Luca Argentero in Doc – Nelle tue mani
  • ATTRICE NON PROTAGONISTA: Ambra Angiolini e Anna Ferzetti in “Le fate ignoranti” e Monica Guerritore in “Vita da Carlo” e “Speravo de morì prima”
  • ATTORE NON PROTAGONISTA: Eduardo Scarpetta in “L’amica Geniale – Storia di chi fugge e di chi resta” e Max Tortora in “Tutta colpa di Freud” e “Vita da Carlo”
  • PREMI SPECIALI: Alessandro Gassmann; “Studio Battaglia”: all’autrice Lisa Nur Sultan e all’intero cast femminile; Domenico Procacci: Miglior regista esordiente per Una squadra.

 

 
Previous article“Broker”: un on the road sorprendente, che diverte e commuove
Next articleStreaming addicted: cosa vedere online dal 6 al 12 giugno
Campana doc, si laurea in scienze delle comunicazioni all'Università degli studi di Salerno. Internauta curiosa e disperata, appassionata di cinema e serie tv, pallavolista in pensione, si augura sempre di fare con passione ciò che ama e di amare fortemente ciò che fa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here